Peace symbol candle casts a shadow.

23 gennaio/ Presidio luminoso pacifista a Como, Cantù e Navedano

«Il 1 gennaio ricorre la Giornata mondiale per la pace. Nel territorio della provincia di Como e, in particolare, nelle località di Cantù, Como, Erba e Mariano Comense numerose realtà di varia ispirazione si sono riunite per elaborare una proposta di formazione e sensibilizzazione su un tema così centrale nella vita di ogni giorno. Frutto di questa collaborazione è il Mese della pace, un ricco calendario di iniziative per promuovere pace, diritti umani, solidarietà e fratellanza tra i popoli. A causa del peggioramento della situazione sanitaria, la tradizionale Marcia della pace di gennaio è stata rinviata in primavera. Non si è voluto però rinunciare ad una presenza simbolica in piazza, per sottolineare quanto non siano più differibili coraggiose scelte di pace, anche e soprattutto nei tempi difficili in cui viviamo. A Como, Cantù e Navedano si terranno il 23 gennaio dei presidi simbolici luminosi.

Basti pensare che, nonostante la pandemia abbia acuito la crisi determinata dai continui tagli alla sanità pubblica e allo stato sociale, in Italia è in atto una folle corsa agli armamenti, e la Legge di bilancio stanzia per il 2022 la cifra record di 26 miliardi di euro per le spese militari.
Inoltre nei prossimi mesi anche il nostro paese sarà coinvolto nei progetti di riarmo nucleare, e riceverà nuove costosissime bombe B61-12 in sostituzione degli ordigni atomici già presenti sul suolo italiano.
Il governo italiano, colpevolmente, continua a rifiutarsi di sottoscrivere il Trattato per la proibizione delle armi nucleari, entrato in vigore a livello internazionale proprio un anno fa, il 22 gennaio 2021.
Questa esorbitante produzione bellica è finalizzata a mantenere il predominio dell’Occidente rcco sulla gran parte dei popoli della terra, e non potrà che determinare un aumento di instabilità, conflitti, migrazioni forzate e violenze. Siamo quindi riuniti intorno alla Luce della Pace proveniente da Betlemme, riflettendo sui temi del Dialogo tra generazioni, dell’educazione e del lavoro, per rifiutare le logiche scellerate dei mercanti di morte e per costruire una Pace duratura. Non lasciamola spegnere!

Sono previsti per domenica 23 gennaio tre presidi luminosi diffusi.
A Como, dalle 15:30 alle 16:30 presso il Monumento alla Resistenza europea.
A Cantù, dalle 17:30 alle 18:30 nei pressi della Chiesa di San Paolo.
A Navedano, dalle 21:00 alle 21:30 in Piazza delle Fornaci.

Parteciperà alle iniziative un solo delegato per ogni realtà che promuove il Mese della pace. Foto e riprese sulla pagina Facebook del Coordinamento comasco per la pace e sui canali degli altri promotori».
[Coordinamento comasco per la pace]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: