EcoMensileOttobre2022_2022settembre30_AndreaRosso

ecoinformazioni mensile/ ottobre 2022/ D’Arci da fare

Care lettrici, cari lettori, eccovi il nostro ecoinformazioni mensile di ottobre, che abbiamo presentato in anteprima al Congresso Provinciale dell’Arci di Como sabato 8 ottobre. Anticipiamo l’editoriale D’Arci da fare di Gianpaolo Rosso.

Se non ci fosse la sensazione dell’insufficienza, forse ci starebbe un po’ di soddisfazione. Invece è necessaria e c’è la voglia di darci da fare ancora di più. Negli ultimi anni l’Arci è cresciuta, sono aumentate le sue relazioni feconde con altri soggetti politici, sociali e culturali, sono diventate più che quotidiane le iniziative, manifestazioni, presidi, convegni, passeggiate, pizzate, concerti, spettacoli… E soprattutto nuove idee, nuove persone, nuove professionalità, nuove sensibilità hanno generato innovazione nella nostra associazione. Troppo poco. Mentre crescono le sensate esperienze della società civile (che sarebbe il caso abbandonasse la supponenza di immaginarsi più utile delle organizzazioni politiche e sindacali), i cento fiori generati sembrano effimeri, incapaci di crescere e di far fiorire la società. Nella società desertificata dall’avanzata delle destre estreme che, sottovalutate e nutrite dalla cattiva politica, alla fine vincono traboccando rigurgiti di neofascismo e bellicismo, l’Arci, la casa delle sinistre, il nostro circolo di giornalismo partecipato ecoinformazioni, non può che attrezzarsi per fare di più. Occorre attivArci: moltiplicare ulteriormente la nostra attitudine a tessere reti, la nostra radicalità nell’essere per i diritti, la Pace, la nonviolenza. Nonostante l’esito drammatico delle elezioni politiche, possiamo puntare su alcune speranze: la capacità dei movimenti di ragazze/i/u attivi per l’ambiente di cogliere finalmente l’intreccio indispensabile tra lotte per i diritti, il lavoro, la qualità della vita contro la guerra e il liberismo che la genera; la capacità anche a Como – anche nostra – di sviluppare sinergie virtuose tra diversi soggetti impegnati nella promozione sociale; la crescente capacità della Cgil di essere sindacato attivo contro le disuguaglianze e disponibile ad agire sempre di più in reti; la presenza in Parlamento e fuori di esso di organizzazioni politiche in grado di contrastare i provvedimenti liberticidi e ingiusti che attendiamo dal governo. AttivArci per dare concretezza a queste speranze per ricostruire le culture che le corroborano è il compito che mai come adesso ci sembra essenziale e bello da svolgere insieme. La nostra utopia concreta. [Gianpaolo Rosso]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: