Liberare la Lombardia/ Firmare per la democrazia

Alle elezioni è connesso l’ingrato e iniquo compito, per le liste non già rappresentate in Consiglio regionale, di raccogliere circa 1000 firme per candidarsi. Naturalmente sottoscrivere una lista non significa aderire e neppure essere decisi a votare quel partito che chiede sostegno democratico per presentarsi. L’Arci che nel Consiglio regionale della Lombardia ha deciso di condividere la candidatura di Pierfrancesco Majorino ha chiesto ai circoli di mettere a disposizione delle liste che lo chiederanno per la raccolta delle firme i propri spazi. Naturalmente tale possibilità è subordinata alla scelta dei singoli circoli che autonomamente vorranno farlo. Le info sui diversi banchetti animati dalle liste di sinistra (Alleanza Verdi e Sinistra e Unione Popolare), ciascuna delle quali deve raccogliere le firme, saranno su ecoinformazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: