Memoria 3/ Due partigiani fucilati in città

Nella giornata di sabato 21 gennaio, in maniera straordinaria dedicata alla memoria antifascista della città e del territorio, non poteva mancare un ricordo di Luigi Ballerini ed Enrico Cantaluppi, fucilati (ma si dovrebbe dire “assassinati”) poco lontano dal centro cittadino il 24 gennaio 1945, una delle ultime e più brutali manifestazioni di violenza del fascismo locale, che sarebbe stato di lì a qualche mese sconfitto.

La commemorazione, sotto le lapidi che insieme ai due giovanissimi partigiani ricordano anche altre due vittime delle violenze repubblichine, ha messo in evidenza, nelle parole dei tre interventi, l’importanza della memoria che bisogna dedicare a questa vicenda, in cui si esprime in sommo grado la brutalità della repressione fascista della lotta partigiana, non solo in montagna ma anche in città.

L’iniziativa è stata organizzata come ormai da qualche anno a questa parte, dalla sezione di Como dell’Anpi. [FC, ecoinformazioni]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: