Elio Marzorati

23 aprile/ Arciwebtv/ Verso il 25 aprile/ Il Partigiano “Rosa”/ Seconda parte

Dalle 17/ Dagli archivi ecoinformazioni, per il nostro cammino verso il 25 aprile, seconda e ultima parte dell’intervista fatta da Luigi Nessi a Elio Marzorati, il partigiano “Rosa”, scomparso poco più di una settimana fa. Per fare in modo che le sue sagge parole ci siano di monito e di insegnamento. La seconda parte dell’intervista filmata come per la prima da Peppino Molteni dell’Unione circoli cooperativi di Albate. Leggi il ricordo di Luigi Nessi su ecoinformazioni.com.

Gli altri programmi del 23 aprile.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

21 aprile/ Arciwebtv/ Verso il 25 aprile/ Il partigiano “Rosa”/ Prima parte

Dalle 17/ Dagli archivi ecoinformazioni, per il nostro cammino verso il 25 aprile, proponiamo la prima parte dell’intervista fatta da Luigi Nessi a Elio Marzorati, il partigiano “Rosa”, scomparso poco più di una settimana fa. Per fare in modo che le sue sagge parole ci siano di monito e di insegnamento. Nei prossimi giorni pubblicheremo anche la seconda parte, filmata come questa da Peppino Molteni dell’Unione circoli cooperativi di Albate. Leggi il ricordo di Luigi Nessi su ecoinformazioni.com.

Gli altri programmi del 21 aprile.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

Elio Marzorati, l’ultimo partigiano

Se n’è andato, a 95 anni, Elio Marzorati, uno degli ultimi partigiani, se non l’ultimo, che ancora viveva ad Albate.

Con Peppino Molteni l’avevamo intervistato nel 2014, un lungo racconto di vita (guardatela sul sito dell’Unione Circoli Cooperativi / 25 aprile). Come tanti ragazzi di forse nemmeno 20 anni, aveva fatto la giusta scelta: entrare nei Gap (Gruppi d’Azione Patriottica) per collaborare alla riconquista della libertà. La scuola, il lavoro alla Rosasco, da lì, dall’iniziale della ditta dove lavorava il suo nome di battaglia Rosa… tante azioni… Il fallimento del rapimento del Petrovich, dove vennero catturati i componenti del commando Ballerini e Cantaluppi, poi fucilati; lo scappare perché braccato dai fascisti, l’andare in montagna e l’essere protagonista dei giorni di quella “bella primavera” in alto lago, con la fine della vittoriosa guerra di liberazione. Come tanti partigiani, poi il ritorno al lavoro; una lunga vita, la famiglia, i figli, tante gioie e tanti dolori.

Dal lungo suo racconto – mi riferisco a quell’intervista – l’emergere degli ideali, delle scelte, di quella gioventù – come diceva Ernesto Gorrieri – il combattere senza odiare, per una giusta causa, la Libertà di tutti.

Elio Marzorati non ha voluto festeggiare questo 25 aprile chiuso in casa… ora sarà, libero, a volare in Paradiso. [Luigi Nessi]

Prima parte del video con l’intervista a Elio Marzorati

Seconda parte del video con l’intervista a Elio Marzorati

23 Aprile/ Con l’Anpi, Maccio e Albate celebrano i caduti per la libertà

Si sono svolte nella mattinata di domenica 23 aprile le prime celebrazioni a cura della sezione di Como dell’Anpi in occasione del settantaduesimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo e del settantesimo dall’approvazione della Carta costituzionale.

A Maccio di Villaguardia alle 9.30 si è tenuto il ricordo di Guseppe Frangi “Lino” e Giovanni Negrini, alla presenza di una quindicina di cittadine e cittadini. Presente anche una rappresentanza del circolo Olgiatese del Prc. Assente invece quest’anno l’amministrazione comunale.

Ad Albate alle ore 11, un folto gruppo di persone si è ritrovato sotto la lapide di Perugino Perugini, partigiano, per anni colonna portante dell’Anpi a cui la sezione di Como è dedicata. Dopo i saluti del presidente Nicola Tirapelle, la sezione ha ha tenuto un breve discorso per voce di Elonora Figini (leggi qui il discorso). La parola è poi passata a Renzo Pigni e per ultimo all’assessore Marcello Iantorno a nome dell’amministrazione comunale. Presenti oltre alla figlia di Perugino, Laura, il partigiano combattente Elio Marzorati, i consiglieri comunali Luigi Nessi e Celeste Grossi e rappresentanze dell’Associazione di amicizia Italia Cuba, Arci, Associazione Lissi, Partito Socialista e Sinistra Italiana.

Prima di salutarsi, i partecipanti hanno portato un saluto ed un omaggio floreale simbolico anche a tutti gli altri partigiani e staffette che riposano ad Albate, di cui erano presenti alla celebrazione alcuni famigliari: Luigi Ballerini, Libero Fumagalli, Annibale Arnaboldi, Marco Bossi, Ezio Montorfano, Angelo Molteni, Clara Peduzzi  e Luigi Bianchi .

Gli appuntamenti promossi dalla sezione dell’Anpi in occasione del 25 Aprile proseguono martedì 25 e mercoledì 26. Qui tutto il programma.
[jl, ecoinformazioni]

Già on line sul canale di ecoinformazioni i video degli interventi ad Albate.

La lapide di Giuseppe Frangi “Lino” e Giovanni Negrini a Maccio

La celebrazione a Maccio di Villaguardia

Elelonora Figini, Nicola Tirapelle e Elio Marzorati a Albate

La deposizione degli omaggi floreali ai Partigiani a Albate

 

Già on line sul canale di ecoinformazioni tutti gli altri video degli interventi ad Albate.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: