Possibile

17 novembre/ Parliamo di una Como diversa. Laboratorio politico

45901939_2062058247212829_4094625273713000448_n.jpg

Inizia sabato 17 novembre ad Albate, con una giornata di ascolto, di studio e di confronto, aperta a tutti e tutte, il percorso verso “una Como diversa” proposto da alcune organizzazioni politiche della sinistra – Articolo Uno Mdp, Possibile, Sinistra Italiana e Socialisti in Movimento – che hanno scelto di essere parte attiva nel processo di costruzione di un’alternativa per la Città di Como. L’incontro si svolgerà dalle 9,45 alle 17,30, nella Sala ”Felice Villa” dell’Unione circoli cooperativi, in via Canturina 202 (zona Albate), e ha l’obiettivo di mettere a fuoco il “valore” che le risorse della Città potrebbero avere in un quadro politico diverso dall’attuale. (altro…)

5 luglio/ “La natura dei parchi naturali”

36479864_2093121564242668_5807505944149491712_o.jpg


Giovedì 5 luglio alle 20,30 a Como, al Circolo Willy Brandt, in via Aristide Bari 8, si terrà un incontro di Leu sulla riorganizzazione dei parchi sul territorio regionale e provinciale e per analizzare le esperienze di alcuni parchi della provincia di Como.

(altro…)

Possibile: «Macerie nel campo largo del centrosinistra»

È severo il giudizio di Possibile di Como sulle prime fasi dell’esistenza di Liberi e uguali: «è stata raccontata ed è stata percepita come una sinistra radicale, ovvero gli eredi di Sel, mentre il progetto era molto, molto più grande e ambizioso»; è sembrata «una cosa vecchia, con un certo ceto politico ammuffito, non più credibile, meno che meno dopo la sconfortante pagina delle candidature». Ma d’altra parte: «Liberi e Uguali era un’operazione obbligata» e – citando Gianfranco Pasquino -: «se non si fa una sinistra plurale non si va da nessuna parte».  Leggi nel seguito il testo integrale. (altro…)

26 novembre/ Assemblea aperta “Per una nuova proposta”

Forse è la volta buona. Certamente, nonostante le difficoltà del Brancaccio e l’attuale forte divergenza sul percorso del Prc, la lista unitaria del Quarto polo ci sarà alle elezioni nazionali (per le regionali in Lombardia la posizione di Mdp è ancora non definita). A Como dove, con la Prossima Como, un tentativo realizzato c’è già e unisce nello stesso percorso singole persone, il Prc e Sinistra italiana (ma senza Mdp e Possibile), sarà ancora più importante trovare una convergenza di tutte le sinistre politiche e sociali senza esclusioni o autoesclusioni. Sarà difficile, ma potrebbe essere l’assemblea aperta a tutte e tutti di domenica 26 novembre alla Cascina Massée di Albate il terreno di un riavvicinamento anche del partito di Acerbo, dell’Altra Europa e di coloro che hanno condiviso localmente il percorso del Brancaccio, ma non l’accelerazione al processo unitario voluta da Mdp, Si e Possibile con la decisione, apparsa improvvida a molti, della convocazione dell’assemblea del 3 prima che altri soggetti potessero condividerla. (altro…)

29 novembre/ Tour ricostituente/ Un no che aiuta a crescere

ricostituente-manifestino-como-pertici-webAndrea Pertici, costituzionalista all’Università di Pisa, presidente del Comitato scientifico di Possibile e autore del libro La Costituzione spezzata sarà a Como martedì 29 novembre alle 20.45 nella Nuova Sala Lissi di via Ennodio 10 a Como (è possibile entrare dal cortile di via Lissi 6). (altro…)

Lo spreco imposto da Renzi brucia il guadagno dei pozzi di un anno

allievifiniguerraL’incontro di Possibile alla ex Circoscirizione 7 di Como del 7 aprile ha dato fin dall’inizio con l’intervento di Domenico Finiguerra interessanti spunti di riflessione: l’intero valore delle royalty che lo stato italiano acquisisce dai concessionari delle piattaforme è quanto Renzi ha imposto di sprecare decidendo di far votare i referendum in una data diversa dalle amministrative. Una scelta, che ci costa circa 300 milioni in più di quanto necessario, adottata dal governo nella speranza che così meno persone votino. Le relazioni di Paolo Sinigaglia e di Domenico Finiguerra e gli interventi del coordinatore della serata Claudio Allievi hanno descritto le ragioni economiche, ambientali e sociali in gioco il 17 aprile e contrastato luoghi comuni, panzane ascientifiche, bugie diffuse a arte  e affermazioni solo ideologiche diffusi dai promotori dell’astensione e del no.

Già on line sul canale di ecoinformazioni altri video dell’incontro seguito da una trentina di attivisti.

Referendum/ 700 e possibili

referendum possibilemodComo Possibile ha raggiunto a Como il ragguardevole traguardo delle 700 firme raccolte per i referendum contro una serie di provvedimenti giudicati sciagurati, sicuramente tasselli importanti della politica del governo Renzi. A Como l’iniziativa è stata organizzata e animata da Paolo Sinigaglia che come una parte dei civatiani comaschi è uscito dal Pd per dare vita alla nuova formazione Possibile e ha avuto il sostegno di tanti singoli/ e cittadini e cittadine e la collaborazione di Paco- Sel  e di altri soggetti della sinistra. Nel seguito del post il comunicato del  Comitato Como Possibile Margherita Hack. (altro…)

Referendum/ Una sovranità popolare Possibile

sinigagliaAbbiamo chiesto a Paolo Sinigaglia, animatore e coordinatore di Possibile – Comitato comasco Margherita Hack, di illustrare i referendum proposti dall'”area civatiana” che ha scelto di uscire dal Pd per costruire una  formazione politica alla sua sinistra.    (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: