Referendum costituzionale

Arci/ Con la partecipazione si sconfiggono la crisi e le diseguaglianze

arci-logo-copLa Presidenza Nazionale dell’Arci, a distanza di qualche giorno dall’esito referendario del 4 dicembre, si è riunita per valutare il risultato della consultazione. La bella affluenza segna il dato più positivo di questa tornata referendaria. Cittadine e cittadini si sono riavvicinati e riappassionati alla Carta costituzionale, alla politica. (altro…)

Russo/ Ricostruire orizzonte simbolico, programma e leadership della sinistra

monarchiarepubblicaCome forse alcuni amici sanno, consideravo le ragioni del No più fondate e più solide di quelle di chi ha elaborato e difeso le modifiche della Costituzione sottoposte a referendum. Prescindo dal valutare il condizionamento del contesto politico – di quello generale e di quello interno a ciò che rimane del Pd (180mila iscritti!) – sul risultato referendario, così come il fastidio suscitato in una parte degli italiani dalla ricerca di endorsement esteri e dal sostegno ostentato dei “poteri forti”. (Come si fa, per esempio, a Como, a mettere a capo del Comitato per il sì un banchiere e un imprenditore notoriamente di destra?). Il messaggio era, ancora una volta, quello della compattezza delle élite contro il “populismo”; il ricatto era chiaro – quanto velleitario -: queste modifiche dei meccanismi istituzionali vanno approvate pena l’instabilità finanziaria ecc. Deus vult. (altro…)

ecoinformazioni 555/ 44 pagine di ragioni per la Costituzione

555veroBuongiorno Costituzione. A partire da martedì 4 ottobre fino a domenica 4 dicembre, ogni mattina Marco Lorenzini ha pubblicato un post sul blog di ecoinformazioni Buongiorno Costituzione. Attraverso specifici aspetti della riforma costituzionale oggetto del referendum, Lorenzini si rivolge agli indecisi, a chi ascolta e legge per farsi una opinione, a chi non ha certezze granitiche, a chi vuole capire il merito e il contesto. (altro…)

29 novembre/ Tour ricostituente/ Un no che aiuta a crescere

ricostituente-manifestino-como-pertici-webAndrea Pertici, costituzionalista all’Università di Pisa, presidente del Comitato scientifico di Possibile e autore del libro La Costituzione spezzata sarà a Como martedì 29 novembre alle 20.45 nella Nuova Sala Lissi di via Ennodio 10 a Como (è possibile entrare dal cortile di via Lissi 6). (altro…)

Il Sì di Luca Michelini

michelinilucaLuca Michelini, professore ordinario di Storia del pensiero economico, Dipartimento di Scienze politiche, Università di Pisa, ha più volte collaborato con ecoinformazioni con analisi e prese di posizione tanto taglienti quanto accuratamente argomentate. Sul Referendum costituzionale Luca Michelini ci stupisce e sceglie il sì. Crediamo che per i nostri lettori e per la nostra testata, che ha aperto un blog specifico per illustrare pienamente le ragioni del no, la lettura del punto di vista di Michelini possa essere utile per avere conferma che la posizione favorevole alla nuova Costituzione di Renzi e Boschi non è sostenuta solo da scudieri del presidente del Consiglio. Nel seguito le risposte di Luca Michelini a nostri dubbi. (altro…)

Quando anche l’università si dimentica il contraddittorio

Giovedì 17 novembre, nell’aula magna del Dipartimento di diritto dell’Insubria, Luciano Violante parlerà dell’importanza della Carta costituzionale, riflettendo sulla necessità o meno di un cambiamento, in una lezione «aperta al pubblico e rivolta a studenti, ricercatori e docenti dell’Ateneo», ma obbligatoria per tutti i dottorandi in diritto. Le opinioni dell’ex presidente della Camera sul referendum sono note e, a poco meno di tre settimane dal voto, l’università fornisce un ulteriore spazio per veicolarle senza contraddittorio e con la veste dell’imparzialità scientifica della cattedra.

L’incontro sarà introdotto da Maurizio Cafagno, docente dell’ateneo e presidente dell’associazione Aequa, che da tempo conduce attività di ricerca in collaborazione con l’associazione Italiadecide, presieduta da Violante. Un bilanciamento mancato, in un ateneo pubblico, a pochi giorni dal voto.

I Giovani Comunisti di Como ricordano che «l’università deve essere luogo di confronto e dibattito» e chiedono che «l’incontro sia annullato e – in caso venga svolto – riprogrammato ospitando anche un esponente del no al referendum costituzionale» in modo da ribadire l’assetto democratico del nostro Paese. [m.b., ecoinformazioni]

 

3, 11, 18 novembre/ Prima del sì e prima del no

si-noAc, Acli, Cdo, Cisl, Confcooperative, Forum famiglie invitano al ciclo di incontri sul Referendum costituzionale del 4 dicembre Prima del sì e prima del no. Conoscere, pensare, decidere. I tre incontri sui contenuti della riforma costituzionale si svolgeranno giovedì 3 novembre, venerdì 11 novembre, venerdì 18 novembre 2016 nell’Aula Sant’Abbondio dell’Università dell’Insubria in via Sant’Abbondio, 12 a Como. Nel seguito dell’articolo il comunicato stampa degli organizzatori con il calendario dell’iniziativa. (altro…)

26 ottobre/ A Faloppio le ragioni del No

 

anpi-uggiateL’Anpi Rado Zuccon di Uggiate Trevano invita mercoledì 26 ottobre alle 20.45, nella sede della S.O. del Mutuo soccorso a Faloppio (Co) in via Matteotti 11, a Le ragioni del no, incontro informativo sulla proposta di modifica della Costituzione. Il dibattito sarà introdotto da Luca Michelini, professore di Storia del pensiero economico dell’università di Pisa e membro comitato provinciale Anpi.

17 settembre/ La sovranità appartiene al popolo. Incontro a Tavernerio sul referendum costituzionale

anpi-erbaL’Anpi sezione di Erba-Monguzzo e  il gruppo Tavernerio in comune, promuovono sabato 17 settembre alle 21 all’auditorium comunale di via Provinciale 45 a Tavernerio, l’incontro Articolo 1 – La Sovranità appartiene al popolo, sul tema del prossimo referendum costituzionale. Interverranno l’avvocato Giuseppe Gallo e lo storico Matteo Dominioni. Ingresso libero.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: