Roberto Malgesini

Dal Bassone per gli ultimi

Solidarietà attiva: questo uno degli insegnamenti più belli lasciati da don Roberto Malgesini alla comunità, che ancora una volta li reinterpreta persino nel carcere facendo propri quei gesti in grado di avvicinare, unire e restituire una speranza.

(altro…)

Don Roberto Malgesini alla Perugia Assisi

Don Giusto Delle Valle è intervenuto il 9 ottobre alle 10 a Time for Peace – Time to Care. È tempo di fare pace. È tempo di prenderci cura, iniziativa preparatoria della Catena umana per la Pace (dedicata al prete degli ultimi comasco) che si svolge l’11 ottobre. Il ricordo di don Roberto Malgesini si è svolto nella sessione Salvare – Proteggere – Accogliere nel Palazzo dei Priori a Perugia. Presto on line l’articolo di Marta Pezzati e le foto di Luigi Nessi.

(altro…)

Una marcia immobile per i nuovi desaparecidos

Sabato 3 ottobre alle 15,30 si è svolta la trentaduesima marcia “Sono persone non numeri”, dedicata a don Roberto Malgesini, organizzata da Como senza frontiere con la partecipazione di Giovanni Motta, avvocato specializzato in diritti migranti, facente parte della Rete No Cpr e rappresentante dell’associazione AccoglierSI.

(altro…)

3 ottobre/ L’appello di Csf/ Sono persone non numeri

Como senza frontiere invita a partecipare a Como, in piazza Grimoldi, sabato 3 ottobre dalle 15,30, alla trentaduesima Marcia per i nuovi desaparecidos. Durante l’iniziativa, dedicata a don Roberto Malgesini, sarà possibile firmare l’appello È il momento della responsabilità perché il Comune allestisca finalmente, in uno dei suoi spazi (es. Centro di via Volta) un dormitorio e un centro diurno perché «le persone in tutte le stagioni possano non solo dormire, ma vivere».

(altro…)

Italo Nessi: decoro argomento “di distrazione di massa”

L’analisi in ricordo di don Roberto Malgesini di Italo Nessi, Medici con l’Africa, pubblicata su Salute Internazionale, ricorda che a Como “le organizzazioni ecclesiali e laiche hanno supplito alle carenze istituzionali” e afferma “Dopo il tempo dello sgomento, delle lacrime e del cordoglio, diviene urgente nella nostra città – e non solo – un ripensamento politico, sociale ed anche ecclesiale”.

(altro…)

Che il suo sacrificio non sia vano

Il compito di tutti è quello di non disperdere il sacrificio di don Roberto. Questo il finale dell’omelia del vescovo Oscar Cantoni oggi a Regoledo di Cosio, nella chiesa. Fuori tante persone, un intero paese a salutare questo suo figlio, ucciso, martire a Como, quando, dopo aver caricato la sua Panda, si stava recando a distribuire le colazioni, come faceva da anni, alle tante persone senza dimora che vivono la nostra città.

(altro…)

18 settembre/ Don Roberto/ Esequie a Regoledo di Cosio alle 17

Le esequie di don Roberto Malgesini si svolgeranno il 18 settembre alle 17. l’Ufficio stampa della Diocesi comunica quanto segue.

« Accogliendo il desiderio della famiglia, venerdì 18 settembre, alle ore 17.00, nella chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio, la comunità di Regoledo di Cosio (So) si riunirà per l’ultimo saluto a don Roberto. I funerali saranno presieduti dal Vescovo monsignor Oscar Cantoni e concelebrati, per comprensibili esigenze di spazio, da un ristrettissimo numero di sacerdoti, designati in rappresentanza del presbiterio diocesano. All’interno della chiesa e anche nello spazio esterno le norme di prevenzione e contenimento del coronavirus impongono una severa limitazione dei posti e il rispetto del distanziamento. Sarà possibile seguire il rito via streaming sul canale YouTube de “Il Settimanale della diocesi di Como”.

-. Il presbiterio diocesano, le autorità civili e militari e l’intero popolo di Dio sono attesi sabato 19 settembre, alle ore 9.30, in Cattedrale, a Como, per la Santa Messa di suffragio» [Diocesi di Como]

Video/ Foto/ Con don Roberto una delle due Como

Ieri sera c’erano tante persone in piazza Duomo e nella cattedrale per don Roberto Malgesini, ma sarebbe retorica dire che c’era tutta la città. C’era una Como, quella dell’accoglienza della solidarietà, c’erano migranti e la politica impegnata per i dirtti umani. L’altra Como quella più ampia che sostiene le scelte della Giunta di destra al governo della città certamente non c’era e la presenza del sindaco e delle assessore più impegnate contro quei poveri che don Roberto amava è sembrata stonata, provocatoria a tante/i amici del prete ucciso.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: