No alla manovra, la Cgil di Como verso lo sciopero del 25 giugno

Alessandro Tarpini, segretario della Camera del Lavoro di Como: «Manovra iniqua: colpirà le famiglie, i ceti medio-bassi, già colpiti dalla crisi e gli enti locali. In provincia alcuni comuni rischieranno la bancarotta». Leggi il comunicato

«500 persone da Como a Milano per la manifestazione regionale

No alla manovra del governo: la Camera del Lavoro lariana annuncia l’adesione allo sciopero generale di otto ore indetto dalla Cgil per venerdì 25 giugno. «Si tratta della manovra più iniqua della storia di questo paese dal secondo dopoguerra – ha dichiarato mercoledì 23 giugno Alessandro Tarpini, segretario generale della Cgil lariana nel corso di una conferenza stampa di presentazione della mobilitazione – , che carica sulle spalle dei lavoratori e dei pensionati poco meno di 10 miliardi dei 24,5 miliardi totali previsti dal provvedimento.

Oltre 7 miliardi di tagli toccheranno agli enti locali: questo significherà un peggioramento dei servizi pubblici, tanto che il Comune di Como ha già annunciato di voler intervenire sulle mense scolastiche.

Nella nostra provincia saranno diversi i Comuni che rischieranno la bancarotta.  Inoltre il governo reintroduce l’Ici sulla prima casa, mascherata, e non prevede alcun aiuto per la ripresa e contro il calo dei consumi. Ancora, per quanto riguarda il trasporto pubblico, si tagliano 600 milioni, pari al 40 per cento dell’investimento attuale: possiamo solo immaginare le ripercussioni per i pendolari, comaschi e lombardi.

L’evasione fiscale continua a crescere – 120 miliardi nel 2009, 100 miliardi nel 2008 – ma non si tassano i grandi patrimoni né le rendite, come per altro accade nel resto d’Europa. Si chiedono sacrifici solo ai più poveri, già colpiti dalla crisi, dalla cassa integrazione, dalla disoccupazione. Si stima ad esempio che un bidello che ora prende 1100 euro al mese dovrà contribuire alla manovra con 3200 euro nei prossimi tre anni, mentre ad un milionario non viene chiesto nulla!”.  Venerdì 25 giugno si terrà a Milano alle 9.30 la manifestazione regionale, con partenza del corteo dai Bastioni di Porta Venezia e arrivo in piazza Duomo.

Da Como 500 persone parteciperanno alla manifestazione nel capoluogo lombardo, con cinque pullman, organizzati dalla Cgil di Como e con mezzi propri».

Per partecipare: 031.239311.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: