I comaschi sono preoccupati per la Navigazione lacuale

Durante un volantinaggio all’imbarcadero di Como nella mattinata di lunedì 24 gennaio il Partito democratico comasco ha raccolto le impressioni dei cittadini

«Sono state numerose le persone, sia passeggeri che lavoratori, che hanno espresso la loro preoccupazione nei confronti di un servizio fondamentale per il nostro territorio quale quello della Navigazione Laghi» spiega una nota del Pd che ricorda gli ultimi tagli del Governo dopo anche la risposta dell’assessore regionale alla mobilità Cattaneo.

«Continuano a rimanere lettera morta le leggi che dal 1972 prevedono che lo Stato trasferisca a Lombardia, Veneto, Piemonte e Provincia di Trento la gestione della Navigazione – ha detto Luca Gaffuri, capogruppo Pd in Consiglio Regionale –. Ancora una volta la sorte dei servizi di Navigazione sarà decisa sul Tevere e non sul territorio: ancora una volta si stabilirà quante risorse investire, quante corse effettuare, che tipo d’imbarcazioni e natanti impiegare sulla base di logiche esterne al territorio e allo sviluppo locale».

«Governo e Parlamento – ha terminato Gaffuri – devono assicurare le risorse necessarie alla continuità dei servizi nel 2011 e la Regione Lombardia deve attivarsi perché solo la regionalizzazione può restituire la Navigazione al territorio».

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: