Palazzo Cernezzi contro Co.Mo Fun & Bus scarl

«Il Comune di Como si costituirà in giudizio nel ricorso che la società Co.Mo Fun & Bus scarl ha proposto davanti al Tar Lombardia contro la Regione e il Comune»

«La società – spiegano da via Vittorio Emanuele II – chiede l’annullamento della delibera della giunta regionale (N. IX/1204 del 29/12/2010) “Determinazioni a seguito della Legge 122/2010 in merito all’assegnazione delle risorse per lo svolgimento dei servizi di trasporto pubblico, aumento delle tariffe dei servizi di trasporto pubblico regionale e locale per l’anno 2011 e introduzione di nuovi titoli di viaggio integrati nonché di titoli di viaggio che favoriscono l’uso del Tpl da parte delle famiglie”, nonché di tutti gli atti alla stessa connessi, presupposti e/o conseguenti in particolare della circolare della Direzione generale Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia n. 1015 del 07/02/2011, atti che secondo quanto sostenuto dalla società non sarebbero mai stati comunicati».

Como Mobilità Funicolare e Autobus, che gestisce oltre ai servizi di trasporto pubblico di area urbana del Comune di Como anche il servizio della funicolare che collega la città di Como con il Comune di Brunate, ha presentato una «domanda di risarcimento dei danni conseguenti agli effetti economici prodotti dall’attuazione dei suddetti provvedimenti sui servizi di trasporto pubblico gestiti dalla ricorrente» e «si è riservata di quantificare tale importo nel corso della causa».

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: