Riapre la Regina a Brienno

Tempi record per la riapertura della statale nel paese lariano devastato dalle frane

 Giovedì 7 luglio le abbondanti piogge hanno provocato, in sette punti, smottamenti e frane che hanno coinvolto in pieno l’abitato di Brienno. Senza causare fortunatamente danni a persone, ma solo ad alcune case poste vicino ai torrenti, in alcuni casi anche molto seriamente, e alle strade, bloccate dai detriti. Una situazione drammatica che ha fatto chiedere al presidente della Provincia di Como, Leonardo Carioni, e all’assessore alla Protezione civile, Ivano Polledrotti, lo stato di calamità naturale al presidente della Regione Lombardia. Nove le persone sfollate.

Bloccata la statale Regina, invasa da massi e tronchi, sono stati perciò sospesi i normali trasporti pubblici ed il Centro e Alto lago sono rimasti collegati con Como solo con il servizio della Navigazione (che ha predisposto dei battelli speciali per i residenti nel paese) e per le autovetture (e i mezzi pubblici su gomma) con i traghetti da Bellagio a Cadenabbia passando per la sponda orientale del Primo Bacino. Unica alternativa il passaggio dal Canton Ticino.

Grazie all’impegno di Vigili del fuoco e Protezione civile la strada dovrebbe riaprire attorno alle 10 del mattino di domenica 10 luglio anche se nella notte fra sabato e domenica l’Anas segnalava sul suo sito lavori in corso e l’attivazione di un senso unico alternato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: