Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 347.3674825, ecoinformazionicomo@gmail.com

Dalle militanze al volontariato: un approfondimento critico

00-ParediCopertinaSi è tenuto sabato pomeriggio 11 maggio 2013, a Como presso la Circoscrizione 3 di Camerlata, un nuovo appuntamento del progetto “Lavoro/memoria” promosso dall’Istituto di Storia Contemporanea Pier Amato Perretta con la partecipazione di Acli, Cgil, Cisl e Uil, dedicato al tema dell’evoluzione dell’impegno sociale e politico “dalle militanze al volontariato”. Guarda i video sul canale Yotube di ecoinformazioni.

Il pomeriggio si è articolato in tre momenti.

Nel primo si è fornito un aggiornamento sul lavoro di studio riguardo alla collocazione delle fabbrica a Como durante il Novecento, lavoro che sta prendendo la forma di una serie di mappe/atlanti in grado di fornire una base di studio ai diversi problemi attinenti all’industrializzazione di Como e allo sviluppo del movimento operaio. L’anno scorso era stata presentata una prima mappa relativa agli opifici documentati all’inizio del Novecento, mappa che aveva comportato non pochi problemi metodologici, quest’anno si è lavorato a due altre mappe, assai più complete e stimolanti, relative alle industrie tessile del 1940 e agli impianti di tutti i settori documentati nel 1975 da una pionieristica indagine conoscitiva gestita dal C.U.Z. (Consiglio Unitario di Zona), struttura sindacale che aveva proprio la funzione di fare da cerniera tra le fabbriche e il territorio.

Il secondo momento dell’approfondimento è stato dedicato alla riflessione sul tema centrale del pomeriggio: il passaggio “dalle militanze al volontariato”. Due interventi molti densi di Alberto Burgio e di Giovanni Bianchi hanno affrontato l’argomento calandolo nella prospettiva storica della crisi delle democrazie occidentali, dello “stato fiscale” e delle organizzazioni di massa della sinistra. Il passaggio dalle forme di impegno sociale e politico tipiche degli anni Sessanta e Settanta a quelle del nuovo millennio è al tempo stesso radicale e sfumato: i due modelli differiscono per molti aspetti (per esempio la sottolineatura dell’impegno “per il presente” rispetto a quello “per il futuro”), ma hanno anche molti tratti in comune. Dalle analisi convergenti dei due “testimoni privilegiati” – uno afferente al mondo della sinistra di classe, l’altro a quello della sinistra cattolica – è emerso il ruolo centrale delle organizzazioni di massa, la cui scomparsa o radicale mutazione è ciò che davvero fa la differenza tra oggi e i decenni passati. I due interventi seguiti con molta attenzione dal numeroso pubblico convenuto hanno fornito materia di molte riflessioni, stimoli a molti approfondimenti che potranno venire nello sviluppo del progetto “Lavoro/memoria”.

Il terzo momento è stato dedicato alla presentazione del volume Vite militanti di Andrea Paredi, figura molto importante  nell’organizzazione sindacale comasca negli ultimi decenni. Il libro, pubblicato nell’ambito del progetto e edito da Nodo Libri, è una testimonianza assai articolata e per molti versi del tutto inedita su diversi aspetti e vicende del mondo del sindacato a Como dall’inizio degli anni Sessanta ad oggi: vi sono ricordati numerose figure di militanti dei decenni passati e moltissime vicende (lotte, vertenze, incontri, iniziative o anche solo fatti curiosi) che sono purtroppo caduti nel dimenticatoio; sarebbe invece assai importante recuperarli alla memoria collettiva.

L’autore, che proprio sabato compiva 76 anni, è stato festeggiato dal pubblico di amici e amiche. [Fabio Cani, ecoinformazioni]

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

COOKIES/ Informativa per i lettori

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei social plugin. Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione anche semplicemente scrollando si presta il consenso all'uso dei cookie. Clicca sull'immagine per leggere l'informativa sui cookies.

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: