Grinhecim – la casa delle Arti e dei Mestieri a Tavernerio/ 1 giugno

musicaspicciaSabato 1 giugno alle 21 all’auditorium comunale di Tavernerio in via provinciale si terrà una serata a favore del progetto socio-culturale  Grinhecim – la casa delle Arti e dei Mestieri che si è svolto nelle isole di São Vicente e Santo Antão, nell’arcipelago di Capo Verde, dal 2008 al 2010. Scarica il volantino Il progetto, co-finanziato da Fondazione Cariplo, è frutto della collaborazione di una rete di associazioni ed enti italiani e capoverdiani, tra cui le associazioni di Como Stringhe colorate, Baule dei suoni e Luminanda, organizzatrici della serata dell’ 1 giugno, dove si potrà assistere al concerto dei Musica Spiccia e alla proiezione di un documentario. All’interno del progetto sono state realizzate attività formative rivolte a bambini, giovani e insegnanti, nel campo del teatro e della musica, all’interno di due centri giovanili gestiti dall’associazione locale Espaço Jovem, partner del progetto, oltre che nelle scuole e in carcere. La diffusione e la condivisione di nuove metodologie artistiche e pedagogiche ha permesso la formazione di giovani insegnanti nel campo della musica e del teatro, oltre  alla nascita di due orchestre e di un gruppo teatrale, tuttora attivi nell’arcipelago e riconosciuti a livello nazionale. Tutte le attività hanno avuto la finalità comune di promuovere la diffusione della cultura e delle arti come strumenti di emancipazione e autonomia, nell’ottica dello sviluppo di comunità. Sabato 1 giugno si assisterà alla proiezione del video Grinhecim– la casa delle Arti e dei Mestieri che, attraverso le voci dei protagonisti, documenta i due anni di progetto, raccontando i laboratori sviluppati, la nascita e l’evoluzione del gruppo teatrale Craq’Otchod di Mindelo (São Vicente) e delle due orchestre musicali che coinvolgono più di 100 tra bambini e ragazzi. Oltre a documentare l’intenso lavoro pedagogico fatto nelle scuole di São Vicente con insegnanti e bambini, e la realizzazione del Sima, primo convegno internazionale sulle metodologie alternative di  insegnamento tenutosi nell’arcipelago capoverdiano. A chiudere la serata il concerto dell’orchestra Musica Spiccia, gruppo nato nel 2006 all’interno dell’Associazione Baule dei suoni. I Musica Spiccia sono un’orchestra molto peculiare, che ha la particolarità di esser composta da una cinquantina di elementi di tutte le età, dagli 8 anni agli “anta”, che suonano archi, fiati, fisarmoniche, corde e percussioni, diretti dalla originlae bacchetta di Giulia Cavicchioni. Il gruppo ha inciso 4 cd di cui il terzo, “T’Chal Bai – Lasemela Andà”, è stato registrato in parte a Capo Verde, insieme al gruppo Baptistinhas e a novembre 2010 è stato premiato dal Premio italiano musica popolare indipendente, concorso indetto all’interno del Mei di Faenza (Meeting delle etichette indipendenti), come miglior autoproduzione. Interverrà nel corso della serata la dottoressa Mariella Enoc, vicepresidente di Fondazione Cariplo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: