Attualità di Achille Grandi, sindacalista cristiano

Blog-Grandi0In occasione dell’incontro per celebrare i 130 anni dalla nascita di Achille Grandi, fondamentale figura del sindacalismo cristiano del Novecento, nato a Como il 24 agosto 1883, un nutrito pubblico ha affollato la corte coperta dell’ex casa del fascio nella mattinata di sabato 19 ottobre 2013.

L’ambientazione della celebrazione di un inflessibile antifascista quale fu Achille Grandi può suscitare qualche perplessità, ma è stata giustificata – oltre che con l’indubbio fascino dell’architettura razionalista di Giuseppe Terragni – con la considerazione che proprio l’ex casa del fascio fu all’indomani della Liberazione occupata dai partiti e dalle associazioni democratiche e che fu anche la prima sede delle Acli, l’Associazione che Achille Grandi volle (e presiedette all’origine) per affermare il ruolo della cultura cristiana nel mondo del lavoro.

In questo spazio si sono dunque succeduti gli interventi, coordinati da Renzo Salvi (giornalista Rai e autore – insieme con Giorgio Cavalleri e con la collaborazione di Chiara Milano – del volume Parole nella storia, dedicato ai materiali sulla figura di Achille Grandi) e introdotti dall’importante presenza della vicepresidente del Senato, Linda Lanzillotta, che ha voluto in questo modo sottolineare il fondamentale contributo del sindacalista comasco alla costruzione della democrazia italiana lungo tutta la prima metà del Novecento.

Dopo gli interventi delle autorità, non limitati ai rituali saluti (particolarmente sentito e apprezzato è stato il breve discorso del prefetto di Como, Michele Tortora), si sono succeduti gli interventi dei rappresentanti delle Acli e delle organizzazioni sindacali confederali Cgil, Cisl e Uil, cioè della rappresentanza del mondo del lavoro cui Grandi dedicò tutta la vita. L’attualità del pensiero di Grandi è risultata particolarmente evidente nella sottolineatura dei cardini del suo agire: il coinvolgimento non formale delle classi subalterne nel governo della cosa pubblica, il fondamento della democrazia sulla giustizia sociale, il ruolo essenziale dei diritti del mondo del lavoro; tutti temi che dovrebbero trovare una seria valorizzazione anche nell’attualità.

Particolarmente approfondito è stato l’intervento di Carlo Ghezzi della Fondazione Bruno Trentin della Cgil nazionale, l’unico a diffondersi con chiarezza sullo sviluppo storico della vicenda personale e del pensiero di Achille Grandi; e particolarmente interessanti sono risultati gli spunti sulla fase, contraddittoria e feconda, della rifondazione delle organizzazioni sindacali democratiche a cavallo della caduta del fascismo, quando proprio Achille Grandi, Bruno Buozzi e Giuseppe Di Vittorio diedero vita a un intenso dibattito sulle forme della rappresentanza di lavoratrici e lavoratori. Grandi e Buozzi avevano allora, in prima battuta, auspicato la formazione di un sindacato unico, obbligatorio e interno all’organizzazione statuale, mentre Di Vittorio era fautore di un’organizzazione sindacale libera, basata sull’adesione volontaria delle maestranze; fu la linea di Di Vittorio a prevalere e nacque così, all’indomani della Liberazione, la prima grande organizzazione sindacale democratica. Fu certo in riconoscimento del suo ruolo di incrollabile sostenitore della libertà e della democrazia – anche contro alcune strettoie dell’ambiente cattolico in cui si riconosceva, ma verso il quale non lesinò mai critiche e anche qualche clamorosa manifestazione di dissenso – che Grandi venne eletto vicepresidente della costituente, carica che tenne per pochi mesi, fino alla prematura scomparsa nel settembre 1946, senza poter vedere la conclusione dei lavori e l’attuazione della Costituzione. Un’attuazione che – è stato ripetutamente ricordato nel corso dell’incontro – avrebbe ancora bisogno di una conclusione non superficialmente ispirata al pensiero e all’opera di uno dei suoi più grandi sostenitori. [Fabio Cani, ecoinformazioni]

La corte coperta dell’ex casa del fascio durante l’incontro

Blog-Grandi1

La vicepresidente del Senato,  Linda Lanzillotta con Renzo Salvi

Blog-Grandi2

1 thought on “Attualità di Achille Grandi, sindacalista cristiano

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: