8 ore di sciopero per i metalmeccanici

fim-fiom Venerdì 15 novembre otto ore di sciopero generale, invece di 4 come le altre categorie, per i metalmeccaniciPer i sindacati «ritardi degli stipendi, mancato anticipo della cassa integrazione con attese anche di 6-8 mesi tra le decretazioni e pagamenti dell’Inps fanno emergere una quadro potenzialmente esplosivo che necessità una assunzione di responsabilità da parte di tutti»

Numerose le situazioni complicate nel comasco:«Alla Sisme a causa dell’apertura di una procedura di mobilità per 223 lavoratori sui 494 occupati – scrivono i tre sindacati metalmeccanici confederali –  i lavoratori sono in presidio permanente davanti ai cancelli da 3 giorni e lo sciopero prosegue ad oltranza. Sono 110 lavoratori della Chibro in cassa integrazione straordinaria per procedura concorsuale fino a maggio 2014 e poi in mobilità , alla Ima di Arosio che a febbraio concluderà il 4° anno di solidarietà, 26 lavoratori Anors in cigs per concordato. senza dimenticare la Elettro 33 già Eleca Spa in liquidazione che è fallita lasciando uno strascico di oltre 120 lavoratori a marzo 2014 in mobilità. Concordato preventivo anche per Ime spa di Mariano Comense con 22 lavoratori in cigs. Procedure concorsuali anche per Isotta Fraschini Dongo con 240 lavoratori e Polti con 225 occupati. Procedure complesse che meritano una specifico approfondimento. L’auspicio è che si realizzino le condizioni con i creditori perchè i concordati ottengano l’omologa e si possa verificare quelle che sembra essere una prospettiva di impegno e rilancio industriale a tutela dell’occupazione e della salvaguardia del patrimonio industriale. Moltissime le aziende di piccola e media dimensione che soffrono quotidianamente per il restringimento delle linee di credito, il mancato pagamento dei clienti e la diminuzione del fatturato. Aziende inserite in un circuito vizioso che si traduce in licenziamenti se non addirittura a chiusure. Per questi motivi invitiamo tutti i lavoratori e le lavoratrici ad aderire allo sciopero partecipando al Corteo organizzato da Cgil, Cisl e Uil. Non basta la manovra. Serve la direzione. Serve una sterzata. Nella solidarietà tra lavoratori la via giusta per sostenersi e ricercare le soluzioni possibili in un contesto così difficile e complesso». [Andrea Quadroni, ecoinformazioni]

1 thought on “8 ore di sciopero per i metalmeccanici

  1. E contro chi e cosa…..!!!??? Ma chi governa……Chi tira i fili……
    l’ Europa…….!!!????…Allora è meglio la Rivoluzione.

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: