Arcs: campi internazionali di primavera/ Cuba e Mozambico le destinazioni dei campi all’estero

Anche nel 2014 torna il programma dei campi di lavoro e conoscenza all’estero di Arci, un’esperienza di volontariato internazionale nata nel 2005, che ha visto in questi anni la mobilitazione di circa 700 volontarie e volontari, con più di 15 Paesi interessati dai programmi. Per la primavera 2014 i Paesi di destinazione sono Cuba, dal 18 al 27 aprile, e Mozambico, dal 19 aprile al 5 maggio. La novità di quest’anno è che all’esperienza di collaborazione con i partner locali nelle attività quotidiane di volontariato, verrà affiancato un periodo di turismo responsabile nel quale visitare il Paese di destinazione. A Cuba (scadenza iscrizioni 28 febbraio) si parteciperà ad un workshop di fotografia sociale: insieme al fotografo professionista Giulio Di Meo si partirà da Santa Fé per andare alla scoperta de L’Avana attraverso l’obiettivo fotografico. Alcuni giorni saranno poi dedicati alla visita de L’Avana e della zona rurale di Pinar del Rio. In Mozambico (scadenza iscrizioni 3 marzo) si parteciperà alle attività promosse dal Consorzio Zambézia: sostegno alle donne con gruppi di risparmio e credito, promozione di attività generatrici di reddito, formazione e teatro. Successivamente, dopo aver visitato la regione, ci si sposterà per un viaggio nel nord del Paese a Ilha de Moçambique, dichiarata patrimonio mondiale dell’Unesco. Per entrambi i campi la quota di partecipazione è di 2000 euro e comprende viaggio aereo, spostamenti in loco, vitto, alloggio, assicurazione sanitaria e civile SISCOS (assicurazione per cooperanti e volontari in missione all’estero) e costi di visto. I campi di lavoro e conoscenza internazionali dell’Arci sono un’esperienza di volontariato a breve termine dove si vive e si lavora insieme, ci si impegna direttamente in attività condivise con le comunità locali: l’obiettivo è quello di promuovere, attraverso la conoscenza diretta, la solidarietà e la cooperazione internazionale come valore collettivo, ma anche come stile di vita, per la promozione del dialogo interculturale, la pace, l’affermazione dei diritti globali. L’aggiunta di uno spazio di turismo responsabile arricchirà questa occasione di crescita culturale da non perdere. Info: www.arciculturaesviluppo.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: