Modificato il Regolamento di contabilità

8 COMOCOMUNESospesa la procedura di decadenza per Rapinese. I revisori dei conti del Comune di Como potranno anche intervenire a distanza. Inizia la discussione sul Regolamento per l’assegnazione degli spazi comunali.

 

Preliminari

Nelle preliminari al Consiglio comunale di Como di lunedì 14 aprile Luca Ceruti, M5s, ha chiesto di porre una corona, per il 25 aprile, anche alla targa per i caduti della Prima guerra mondiale ad Albate, mentre Giampiero Ajani, Lega, ha denunciato la presenza di un muro pericolante in via Cardina. «Si parla troppo poco di numeri – ha esordito Laura Bordoli, Ncd –, ora dobbiamo approvare il Bilancio consuntivo 2013 in quattro e quattr’otto». «Siamo stufi di dover discutere argomenti così importanti sempre all’ultimo momento – ha aggiunto –, vi chiediamo più giorni di quelli che avete stabilito».

 

Decadenza

«Nel pomeriggio di oggi il consigliere Rapinese ha notificato all’Ufficio protocollo un atto di rinuncia alla domanda di risarcimento danni – ha annunciato il presidente del Consiglio Franco Fragolino – che deve essere valutata compiutamente dalla segreteria generale». Perciò l’iter per la decadenza del consigliere, causata dalla firma del ricorso al Tar dei commercianti contro la Ztl che lo renderebbe incompatibile avendo una lite pendente con il Comune, è stato sospeso. Non si affronterà quindi, per ora, la delibera già approntata in tal senso in attesa della decisione degli uffici comunali. E alle richieste di spiegazioni sulla possibilità o meno di proseguire i lavori, pur con questa pendenza, avanzate da Vincenzo Sapere, Paco-Sel, e Francesco Scopelliti, Ncd, la segreteria ha rassicurato l’aula sulla validità della seduta.

 

Revisori

La seduta ha quindi ripreso da dove si era interrotta la settimana precedente affrontando gli emendamenti alla proposta di modifica del Regolamento contabilità sulla possibilità per i revisori di intervenire anche da distanza e nelle sedute del Collegio e in Consiglio comunale. Entrambe le proposte, di Bordoli e Alessandro Rapinese, Adesso Como, che la regolamentazione di incontri fra consiglieri e revisori e la presenza obbligatoria dei revisori in aula e negli uffici in alcuni momenti topici della vita dell’ente sono state bocciate dalla maggioranza e sostenute solo dalle minoranze. «Andiamo a ritoccare il Regolamento approvato solo sei mesi fa» ha detto amareggiata Bordoli che ha ricordato come i revisori debbano collaborare con il Consiglio e si sia venuti meno ad un accordo informale che ne garantiva la presenza sempre durante le discussioni del Bilancio. «Non so di quali accordi si parli – la replica del sindaco Mario Lucini – se ne prendo, li rispetto». «L’aveva detto l’assessore, che ora non c’è più, lo può testimoniare il dirigente e i consiglieri che erano presenti» la risposta di Bordoli. Scontato il voto con l’approvazione da parte della maggioranza e la bocciatura delle minoranze. «Con questo Regolamento non stiamo dicendo che i revisori debbano stare a casa propria, ma che possano svolgere la propria attività, in alcuni casi, anche in luoghi diversi» ha rassicurato il primo cittadino.

 

Gestione del patrimonio

L’assessore al Patrimonio Marcello Iantorno ha quindi presentato il Regolamento per la gestione del patrimonio comunale e l’eventuale vendita. Molte le domande poste da rappresentanti dell’opposizione e lunghissima la risposta dell’assessore, quasi un’ora e mezza, tanto che la seduta si è praticamente esaurita così, con uno screzio fra Rapinese e l’assessore, il primo lo ha accusato di pressapochismo e di non avere risposto, il secondo ha ribadito: «Ho risposto a 50 domande!». La seduta, dopo pochi interventi delle minoranze, interessate soprattutto a capire il nuovo sistema di affidamento delle strutture del Comune (quelle sportive fra tutte) è stata quindi sciolta. [Michele Donegana, ecoinformazioni]

1 thought on “Modificato il Regolamento di contabilità

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: