Giorno: 4 Maggio 2014

SurREALE

surreale donaggioMostra di Franco Donaggio, «uno dei grandi maestri contemporanei italiani che con il mezzo della fotografia, scrive il suo ed il nostro inconscio», a cura di Salvatore Marsiglione, inaugurazione con l’artista e le due modelle fotografate nel nuovo lavoro Gli spazi di Morfeo, la playmate Arianna Espen Grimoldi e la performer Giò Lacedra, giovedì 8 maggio alle 19 alla Mag, in via Vitani 31 a Como, con il patrocinio dell’Associazione archivio Luigi Russolo.

 

«In mostra saranno presenti una selezione dei tre progetti più importanti e riconosciuti del maestro Donaggio, Reflection del 2006, Prima del giorno lavoro realizzato tra il 2007 e il 2009 e il nuovo Gli spazi di Morfeo del 2013 – spiega Salvatore Marsiglione –. La serie Reflection nasce dalla necessità dell’autore di fermarsi a riflettere sulle sue origini, sui doni affettivi ricevuti dei suoi genitori e sulla natura del territorio che lo hanno formato, Chioggia; una terra colma di simbologie che ha plasmato il suo background intenso e variopinto. Le immagini pulite, in un contesto metafisico e ovviamente onirico, sono sostenute da un rigore grafico che ha origine nella rarefazione delle atmosfere».

«Il lavoro di Prima del giorno fu concepito da un intuizione dell’autore, il quale riflette su quel momento che anticipa il giorno, il confronto con l’onirico intriso di segreti, che qui troviamo in forma di simboli, quasi a volerci dire che la vita non è solo quella che vediamo, ma può essere altro… – prosegue la presentazione – Donaggio sviluppa un atmosfera interiore che si dilata e si esprime in uno stato d’animo di totale pace e “fusione”, tipica del momento che prelude la frenesia del giorno. Nelle sue immagini c’è il rapporto tra l’uomo e il paesaggio che lo circonda, dove l’architettura ricreata con strutture gigantesche diventa scenario naturale, dove l’uomo esercita un ruolo primario».

L’ultimo in ordine di tempo è la fortunata serie Gli spazi di Morfeo dove il maestro si è confrontato per la prima volta con il nudo femminile e a posare per lui sono due modelle d’eccezione, la playmate Arianna Espen Grimoldi e la performer Giò Lacedra che parteciperanno all’inaugurazione – conclude la nota –. Ancora una volta Donaggio riesce a sconfinare oltre il reale, mettendo insieme frammenti di vita ed esperienza della realtà in una visione trasposta su una nuova tela tessuta dalla logica, molto vicina al sogno. In questi mondi, la donna vive da protagonista indiscussa, assume l’oneroso ruolo di salvatrice in un mondo consumato dall’oblio dei valori in senso lato, lungo un percorso di faticosa ricostruzione e bellezza, dove contrariamente alla storia di Adamo ed Eva, la stessa donna non offre all’uomo la mela del peccato ma la salvezza…».

Per informazioni tel. 328.7521463, e-mail info@marsiglioneartsgallery.com, Internet www.magcomo.it. [md, ecoinformazioni]

Video/ Moni Ovadia: pronti all’alleanza con Francesco

Più di duecento persone a Como per ascoltare Moni Ovadia, candidato con L’altra Europa con Tsipras. Un discorso a tutto campo, con la consueta verve, per sottolineare che “siamo noi il buon senso”, “siamo noi il voto utile”.

L’intervento di Moni Ovadia, versione integrale, video Valentina Rosso.

 

L’intervista di Luca Frosini a Moni Ovadia.

Pronti all’alleanza con Francesco.

 

Di seguito alcune immagini di Fabio Cani.

Con Massimo Lozzi all’inizio dell’incontro Blog-MoniOvadia03 Le persone in piazza Verdi Blog-MoniOvadia04 Durante l’intervento   Blog-MoniOvadia02Blog-MoniOvadia01

Il teatro sul leggio

locandina Teatro sul leggioxRassegna teatrale a tema epico e letterario nelle biblioteche lariane, di e con Marco Ballerini, organizzata dal Settore cultura e biblioteche della Provincia di Como.

 

I prossimi appuntamenti ad ingresso libero con inizio alle 20.45:

Giovedì 8 maggio, Tra una risata e un fungo di autori vari, Auditorium di S. Bartolomeo Val Cavargna, Poeti e scrittori nel corso dei secoli si sono lasciati ispirare dalla Natura. E così laghi, mari, fiumi, monti dolci colline, afose pianure, rospi, cimici, zecche, temporali, api, serpenti…prendono vita e si materializzano davanti a noi.

Venerdì 16 maggio, La ballata del vecchio marinaio di Samuel Taylor Coleridge, Palazzo del Comune di Pusiano (Sala Loggetta), Un vecchio marinaio dagli occhi scintillanti ed ipnotici è costretto ad espiare la propria colpa raccontando le sue avventure soprannaturali nei mari del Sud, su una nave guidata da spiriti, popolata da uomini non morti sopra ad un mare infestato da invisibili mostri marini.

Martedì 20 maggio, La canzone di Orlando di Anonimo, Biblioteca di Gironico, Anno 778. La retroguardia di Carlo Magno subisce un agguato nei Pirenei. Da qui la Chanson de Roland in cui tutto sembra ricordare Omero: la malinconia virile, la grandezza dell’interpretazione eroica di una civiltà intera, la coscienza che la gloria è fatta anche di dolore e di sacrificio.

Martedì 27 maggio, Il deserto del rombato di Marco Ballerini, con Alfredo Ferrario (clarinetti), Marco Bianchi (vibrafono e percussioni) e Marco Ballerini (voce), Sala del Torchio di Carimate, l Deserto del rombato è un sogno, e come tutti sogni è strano, anzi, molto strano. Troviamo animali stranissimi che parlano, persone altrettanto strane che parlano al rovescio… Il Deserto del rombato è questo e molti, molti altri deliri.

Venerdì 6 giugno, Odissea. Viaggio tra i ciclopi di Omero, adattamento di Marco Ballerini, Biblioteca di Nesso, Dopo dieci anni di guerra passati a combattere sotto le mura di Troia, Ulisse e pochi sopravvissuti ripartono alla volta della Grecia. Bufere e tempeste gli sono avverse e la nave vaga per il mare approdando da prima nella terra dei Cìconi poi in quella dei mangiatori di loto e la serata finisce con l’incontro e la fuga dal Ciclope. La storia è raccontata in prima persona da Ulisse stesso, che risponde alle domande di Alcinoo, re dei Feaci».

Per informazioni tel. 031.230321. [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: