I vincitori del premio di letteratura Città di Como

SANTAGOSTINIProclamati sabato 12 luglio a Villa Gallia: «I vincitori della prima edizione del Premio internazionale di letteratura Città di Como organizzato dall’Associazione Eleutheria, primo premio letterario del capoluogo lariano, rivolto ad autori e case editrici per opere edite e inedite».

 

«La sezione Poesia edita è stata vinta da Mario Santagostini con Felicità senza soggetto, per la piena maturità essenziale dello stile e per la ricchezza dei contenuti – spiega una nota –. Per la sezione Poesia inedita, invece, è stata premiata Maria Pia Quintavalla con Quinta Vez, versi inediti che vedono China risorgere in una dimensione spaziale e temporale straniata, dove la luce del sole che illumina il cielo castigliano e maria pia quintavallaandaluso sembra essere metafora della rinascita a nuova vita».

«La sezione Narrativa edita è stata vinta da Camilla Baresani con il suo ultimo libro Il sale rosa dell’Himalaya (Bompiani, 2014), un meccanismo ben orchestrato che mette a nudo le contraddizioni e i vizi della società di oggi. Con grande abilità l’autrice costruisce una trama ad alta tensione innestandola con spunti e riflessioni su temi difficili e complessi da trattare – si prosegue –. camilla baresaniVincono ex aequo la sezione Racconti del territorio Laura D’Incalci con il racconto Il cavaliere che guarda le stelle tratto dal libro A cavallo sono un re e Marco Scarpelli con Sulla funicolare leggendo una storia».

«La sezione Aforismi è stata vinta da Sandro Montalto con L’eclissi della chimera, testo in cui l’autore propone un vasto spaccato della sua sapienza aforistica, mai costretta entro schemi prestabiliti. Un percorso variegato – dove non mancano riflessioni sull’arte della parola scritta – e fortemente antidogmatico, in cui non si smette mai di pensare e di aprire la mente al ragionamento – e –. Infine, nella sezione Under 25 si è classificato al primo posto Lorenzo Nguyen, con Un’altra isola, una riflessione che da voce alle seconde generazioni che riflettono sulla loro identità di italiani e sulle storie, che arrivano da lontano, della loro famiglia».

sandro montaltoSono state fatte anche delle menzioni speciali per Poesia edita: «Donatella Bisutti, per Un amore con due braccia; Mario Fresa, per Uno stupore quieto; Marica Larocchi, per La cometa e l’ibisco; Alberto Pellegatta, per L’ombra della salute; Claudio Recalcati, per Cartoline dell’addio; Wolfango Testoni, per La prima ora, e Ida Travi, per Katrin saluti dalla casa di nessuno. Per la sezione Poesia inedita, invece, a Nicoletta Grillo, per Inediti; Stefano Guglielmin, per Strani stridori; Piero Marelli, per Il venditore di orologi; Luca Minola, per Inediti; Alessandro Pancotti, per Cortile di altri tempi. Per Narrativa edita hanno avuto una menzione speciale Massimo Bargna, per Un taxi per l’Africa; Daniele Bondi, per Il caso Cartesio; Pierluigi Comerio, per Gigi Meroni; Paolo Corticelli, per Quel giorno nella vita; Aurelio Picca, per Un giorno di gioia; Stella Stollo, per I delitti della primavera e Vincenzo Todisco, per Rocco e marittimo. Nella sezione Racconti del territorio, invece, sono stati menzionati Angelo Brofferio, per Melancolia; Renzo Romano, per La cruna del lago; Sergio Scipioni e Andrea Fogarollo, per La sfrosina; Gennaro Sica, per Quel cielo azzurro oltre l’arcobaleno. Quattro le menzioni speciali nella sezione Aforismi: Rinaldo Caddeo, per Etimologie del caos; Giovanni Leone, per Vite parzialmente scremate; Stefano Morleschi, per Derive e Alessandra Paganardi, per Centodiciotto. Infine, nella sezione Under 25 si sono classificati secondi gli alunni dell’Istituto San Carpoforo di Como e terzi gli alunni dell’Istituto Comprensivo Arma di Arma di Taggia (Im). Entrambi hanno partecipato al Premio con alcune poesie inedite».

Due premi speciali sono stati poi assegnati: «Uno in ricordo di Carla Porta Musa, scrittrice che per molti anni ha onorato la vita culturale comasca, e uno all’associazione Iubilantes – Organizzazione di volontariato culturale – Onlus di Como che, in questi ultimi due anni, si è distinta per la diffusione della cultura». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: