Mese: Febbraio 2015

24-25 febbraio/ Sardegna terra di Giganti

Sardegna Terra di GigantiGaetano Ranieri, Geofisica applicata – Università di Cagliari, e Raimondo Zucca, Storia e archeologia del Mediterraneo antico – Università di Sassari, «presenteranno a Como la recente scoperta in Sardegna di nuovi reperti archeologici, individuati e portati alla luce grazie alla collaborazione interdisciplinare dei loro team di ricerca», martedì 24 febbraio alle 18 nel Salone Enrico Musa dell’Associazione Carducci, in viale Cavallotti 7 a Como, e mercoledì 25 febbraio alle 10 all’Aula Magna del Polo territoriale di Como, in via Castelnuovo 7.

 

«I Giganti di Mont’e Prama (in sardo Sos Zigantes de Mont’e Prama) sono sculture nuragiche di altezza varia tra i 2 e i 2,5 metri scolpite a tutto tondo. Spezzate in numerosi frammenti, sono state trovate casualmente nel marzo del 1974 appunto in località Mont’e Prama, una collinetta che guarda gli stagni di Cabras, nella Sardegna centro‐occidentale – spiega la presentazione –. Sul sito archeologico non ci sono più le palme, che hanno dato il nome al luogo, ma a Mont’e Prama è stata aperta nuovamente l’area già scavata per effettuare ulteriori ricerche, dopo che il team di geofisica applicata guidato del prof. Gaetano Ranieri aveva scandagliato il sottosuolo, palmo a palmo, con le più moderne tecnologie riportando una analisi dettagliata del paesaggio archeologico che ancora si celava sotto terra. Un tesoro che ha pensato a far emergere l’equipe guidata dal Prof. Raimondo Zucca, uno dei primi studiosi ad occuparsi del caso».

«In soli 40 giorni sono arrivati gli impressionanti risultati, come appariva logico non si trattava di una necropoli isolata, ma di un vero e proprio eldorado degli archeologi: in appena 144 metri quadrati di scavo sono stati rinvenuti numerosi blocchi di pietra calcarea, due betili grandiosi, otto tombe, tantissimi modelli di nuraghe, piedi calzati e due giganti praticamente interi – prosegue lo scritto –. A Mont’e Prama si è avviata quella che si può definire la “nuova archeologia”, fatta di incontri quotidiani tra geofisici e archeologi, di discussioni e scavi in diretta e d’interpretazione all’istante. Il connubio tra archeologia e nuove tecnologie verrà così raccontato a Como dalla viva voce dei due protagonisti, con l’ausilio di proiezioni». [md, ecoinformazioni]

Modifica al progetto del monumento di Libeskind

monumento-libeskind-renderingBloccato il cantiere, la diga non regge il carico, per Spallino: «Allo stato attuale non è possibile autorizzare l’avvio dei lavori».

 

«Il responsabile del procedimento, architetto Giuseppe Cosenza, preso atto della documentazione presentata in data 17 febbraio relativamente alle prove di carico effettuate sulla diga foranea, ha chiesto, già nella medesima giornata, al Consorzio Como Turistica di depositare l’adeguamento del progetto – spiega il Comune di Como –. Insieme all’adeguamento dovrà essere consegnato anche il necessario aggiornamento della validazione del progetto stesso. A seguito della trasmissione del progetto aggiornato e della relativa validazione, l’amministrazione comunale, sulla base della tipologia delle modifiche progettuali e dei relativi valori economici, provvederà ad accertare la sussistenza o meno di varianti sostanziali e a definire il successivo sviluppo del  procedimento». [md, ecoinformazioni]

Nuovi 5 negozi storici nel Comasco

negozi storici regione lombardiaSono: Ornaghi Market di Cabiate; Bianchi Giovanni Srl di Lipomo; Trattoria Capanna di Lurago dErba; Edicola di Sironi Delia di Mariano Comense; Ristorante Gnocchetto di Solzago.

 

«In un periodo caratterizzato da un ciclo di vita alquanto “breve” degli esercizi commerciali, c’è chi resiste e porta avanti con orgoglio – e spesso con fatica – la propria attività da molti anni, ricevuta in eredità dai genitori o addirittura dai nonni» esordisce un comunicato di Confcommercio Como che ricorda come Regione Lombardia abbia: «Deciso di premiare quelle imprese che si sono distinte per aver superato i 50 anni di attività, dichiarando attraverso l’ultimo decreto, altre 27 storiche attività presenti in tutto il territorio lombardo, cinque delle quali presenti in provincia, e tutte associate a Confcommercio Como».

«La storia dell’Ornaghi Market di Cabiate (1963) ha radici profonde – prosegue la nota ricordando i premiati –. Infatti le prime tracce dell’impresa risalgono intorno al 1880 in provincia di Monza dove il bisnonno Angelo aprì il primo negozio alimentare che divenne tappa dei conducenti dei carretti che si spostavano da Monza a Milano. Il più grande dei cinque figli, nonno Ugo, tornato dal fronte dopo la morte del padre, cominciò a lavorare nel settore e nel 1951 aprì a Cabiate un panificio-salumeria in via Matteotti 51, trasferito poi al numero 39, gestito attualmente dal nipote Ugo Ornaghi, dalla moglie e il figlio giungendo così alla quinta generazione. Bianchi Giovanni Srl di Lipomo (1925) fu fondata originariamente nel 1866 dal bisnonno Giovanni Bianchi – che sorgeva in via Milano 26 – specializzata nelle produzione di scialli e stole. Nel 1966 entra come socio il sig. Giovanni Mason, diventando poi titolare dell’impresa. Dopo alcuni spostamenti, la ditta viene trasferita nella sede attuale di via Oltrecolle a Lipomo, che nel 2010 passa al figlio Riccardo Mason. La Trattoria Capanna di Lurago d’Erba invece, dal 1947 porta in tavola le specialità tipiche della Brianza. Riccardo e Antonio sono gli attuali titolari dell’impresa che portano avanti la storica attività di famiglia. Edicola di Sironi Delia di Mariano Comense (1956) venne aperta dal sig. Sironi che nel 1960 inserì all’attività di cartoleria anche la vendita di giornali e riviste. Nel 1988 i figli Delia e Donatello rilevano l’attività, che da 59 anni viene svolta negli stessi locali. Il Ristorante Gnocchetto di Solzago (1962) fu costruito nel 1910 lungo il tracciato della linea del tram Como-Erba-Lecco. Nei primi anni di attività era una locanda con alloggio e nel 1927 la famiglia Sozzi rilevò la gestione della locanda senza più abbandonarla. Con il passare degli anni e con l’inizio della Seconda Guerra Mondiale, divenne prima alloggio per gli sfollati milanesi e poi ristorante, dove oggi si può assaporare una cucina sempre più curata». [md, ecoinformazioni]

Wwf contro l’autosilo di viale Varese

parcheggio-viale-varese-interrato-2L’associazione ambientalista si schiera contro la proposta del Comune di Como per un nuovo posteggio contro le mura cittadine.

 

«Il Wwf Como si esprime sulla proposta di realizzare un autosilo in viale Varese, con conseguente abbattimento di una settantina di essenze arboree, chiedendo all’amministrazione comunale di evitare uno scempio ambientale e un danno permanente alla città – afferma un comunicato del Wwf comasco dato che – l’opera in esame non solo comporterebbe il sacrificio del pregevole viale alberato, ma altresì il futuro aumento del traffico veicolare privato che la struttura di per sé attirerebbe e del relativo inquinamento atmosferico, senza contare i notevoli disagi che la cittadinanza dovrebbe sopportare per tutta la durata dei lavori».

«Una durata che inoltre risentirebbe delle problematiche relative ai probabili ritrovamenti archeologici che avverrebbero nel corso degli scavi, nonché a quelle concernenti l’ambito idrogeologico, con inevitabile slittamento delle tempistiche previste – dichiara Pierangelo Piantanida, presidente dell’associazione ambientalista comasca –, così che il rischio di trovarsi di fronte a un altro cantiere infinito in città è tutt’altro che remoto».

«E questo di fronte a un’opera la cui reale necessità è tutta da dimostrare – termina la nota – poiché al contrario contrasta con le più avvedute teorie urbanistiche e di fluibilità del traffico, che vedono invece collocare tali strutture al di fuori dei centri urbani, ad esso collegati con una funzionale ed efficiente rete di trasporti pubblici». [md, ecoinformazioni]

24 febbraio/ Tessuti, colori, abiti, nei personaggi degli affreschi della Basilica di Sant’Abbondio

tessuti in sant'abbondioConferenza di Francina Chiara martedì 24 febbraio alle 18.30 alla Fondazione Antonio Ratti, a Villa Sucota in via per Cernobbio 19, organizzata con gli Amici dei musei, in collaborazione con la Basilica di Sant’Abbondio, l’Università dell’Insubria e l’Università popolare di Como. Per informazioni 031.3384976, e-mail info@fondazioneratti.org.

26 febbraio/ La mela marcia

la mela marciagUna storia della prima repubblica presentazione del volume di Davide Corbetta che dialoga con Massimo Battisaldo, autore insieme a Paolo Margini di Decennio Rosso, giovedì 26 febbraio alle 18 alla Feltrinelli di Como, in via Cesare Cantù 17. Per informazioni tel. 031.278109, e-mail Como@lafetrinelli.it.

23 febbraio/ Assemblea Pd per la consultazione sulle autonomie locali

pdIl Pd organizza una Consultazione sulle autonomie locali. Si voterà domenica 1° marzo in una trentina di seggi su una serie di quesiti. Per illustrare contenuti e modalità della consultazione di domenica 1° marzo la Federazione provinciale del Pd di Como ha indetto un’assemblea provinciale aperta che si terrà lunedì 23 febbraio, alle 21 all’Hotel Continental in viale Innocenzo XI a Como alla quale interverrà il segretario regionale Alessandro Alfieri. Leggi nel seguito il comunicato stampa del Pd.

«È stata presentata alla stampa la consultazione sulle autonomie locali che animerà anche il territorio della provincia di Como domenica 1° marzo nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti la Segretaria Provinciale, Savina Marelli; il consigliere regionale nonché responsabile organizzativo a livello lombardo, Luca Gaffuri; il responsabile organizzativo della Federazione Provinciale comasca, Paolo Panizzolo, ed il vicesegretario provinciale, Riccardo Gagliardi. “Con la consultazione del 1° marzo il Partito Democratico prova a dare una prima risposta a quella richiesta di partecipazione, nonché di maggiore coinvolgimento, che è stata manifestata ai vertici del partito direttamente dalla base degli iscritti – ha sottolineato Savina Marelli -. Si tratta di un momento di incontro, ed anche confronto perché presso alcuni seggi si svolgeranno anche dibattiti e ampie riflessioni attuali, che coinciderà anche con l’avvio del tesseramento 2015 del PD”. “I quesiti proposti riguardano la visione di quale può essere l’assetto più idoneo degli enti locali più vicini ai cittadini, come il futuro dei Comuni, delle entità di area vasta e delle Regione, in un momento particolare per il nostro territorio regionale anche perché martedì scorso (17 febbraio) a Milano è stato deliberato il referendum consultivo che riguarda i poteri e le competenze di Regione Lombardia, una consultazione promossa dalla maggioranza con il voto decisivo del Movimento 5 Stelle” ha ribadito Luca Gaffuri. Come sempre, grazie alla passione ed all’impegno dei tesserati, ancora una volta il territorio sarà protagonista di numerose occasioni per favorire il voto: “Saranno 29 i seggi, sparsi su tutto il comasco, che saranno aperti per lo più dalle ore 9 alle 13, e nei grandi centri (Como, Olgiate Comasco, Cantù, Erba, ecc.) fino alle 18 – ha commentato Paolo Panizzolo -. Ringraziamo quindi tutti i nostri tesserati per il loro impegno che ha permesso alla Federazione Provinciale del PD di organizzare e fare la sua parte in questa giornata che si svolgerà in tutto il territorio lombardo”. Da giovedì 26 febbraio, ricordiamo, sarà possibile votare ai quesiti della consultazione sulle autonomie locali anche on-line. “Insieme alle schede del voto sulla consultazione domenica ci sarà l’occasione per simpatizzanti ed iscritti anche di rispondere ad un questionario predisposto a livello provinciale che ha l’obiettivo di fornirci una dettagliata fotografia della Provincia – ha affermato Riccardo Gagliardi -. Sono 18 domande che hanno scopo di analizzare quelli, che le singole persone, ritengono essere i maggiori bisogni, nonché le necessità, del territorio e di favorire un dialogo anche perché una parte dei quesiti riguarda il rapporto tra la Federazione Provinciale e le sue realtà locali ed i suoi tesserati”. Ricordiamo infine che per illustrare contenuti e modalità della consultazione di domenica 1° marzo la Federazione Provinciale del PD di Como ha indetto un’Assemblea Provinciale aperta che si terrà lunedì 23 febbraio, alle ore 21, presso la l’Hotel Continental (viale Innocenzo XI – Como) ed alla quale interverrà il segretario regionale Alessandro Alfieri».  [Pd Como]

11 marzo/ Finestre di città

finestre-di-citta-235229La Como che ho visto e la Como che vorrei, Luigi Fagetti presenta il suo libro, introduce Giorgio Conetti, intervengono e dialogheranno con l’autore Vincenzo Guarracino e Alberto Longatti, mercoledì 11 marzo alle 18 nell’Aula magna dell’Università dell’Insubria in via Valleggio 10 a Como.

22 febbraio/ La prima volta di Filippo Andreani è al Gloria

laprimavoltaDomenica 22 febbraio alle 18, il songwriters comasco Filippo Andreani, presenterà il suo ultimo album La prima volta, con un concerto live allo Spazio Gloria di via Varesina 72 a Como. Joe Strummer e la canzone d’autore. La Storia fatta da uomini come Adelmo Cervi, Gigi Meroni, Piero Ciampi. La vita di una persona che torna alla libertà e alla sincerità. Questo è La prima volta, terzo album del cantautore classe 1977, avvocato che non esercita la professione filippoAndreani“altrimenti farebbe la fine del medico di Spoon River”. L’album vanta per la sua realizzazione molte collaborazioni illustri: dagli storici Linea (che saranno presenti domenica)  a Sigaro della Banda Bassotti, da Marino Severini dei Gang a Steno dei Nabat. Il disco, disponibile in tutti i negozi dallo scorso 30 gennaio è stato preceduto dall’uscita in radio del singolo Canzone per Delmo, dedicata ad Adelmo Cervi, figlio di Aldo uno dei sette fratelli trucidati dai fascisti il 28 dicembre 1943 a Reggio Emilia e cantata a due voci con Severini. Dopo il concerto aperitivo offerto dal circolo. Ingresso 7 euro. Bambini fino a 12 anni gratuito. Info: arcixanadu@gmail.com – www.spaziogloria.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: