Wwf contro l’autosilo di viale Varese

parcheggio-viale-varese-interrato-2L’associazione ambientalista si schiera contro la proposta del Comune di Como per un nuovo posteggio contro le mura cittadine.

 

«Il Wwf Como si esprime sulla proposta di realizzare un autosilo in viale Varese, con conseguente abbattimento di una settantina di essenze arboree, chiedendo all’amministrazione comunale di evitare uno scempio ambientale e un danno permanente alla città – afferma un comunicato del Wwf comasco dato che – l’opera in esame non solo comporterebbe il sacrificio del pregevole viale alberato, ma altresì il futuro aumento del traffico veicolare privato che la struttura di per sé attirerebbe e del relativo inquinamento atmosferico, senza contare i notevoli disagi che la cittadinanza dovrebbe sopportare per tutta la durata dei lavori».

«Una durata che inoltre risentirebbe delle problematiche relative ai probabili ritrovamenti archeologici che avverrebbero nel corso degli scavi, nonché a quelle concernenti l’ambito idrogeologico, con inevitabile slittamento delle tempistiche previste – dichiara Pierangelo Piantanida, presidente dell’associazione ambientalista comasca –, così che il rischio di trovarsi di fronte a un altro cantiere infinito in città è tutt’altro che remoto».

«E questo di fronte a un’opera la cui reale necessità è tutta da dimostrare – termina la nota – poiché al contrario contrasta con le più avvedute teorie urbanistiche e di fluibilità del traffico, che vedono invece collocare tali strutture al di fuori dei centri urbani, ad esso collegati con una funzionale ed efficiente rete di trasporti pubblici». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: