Vita indipendente/ necessario un cambio di paradigma

comodalbasso-coloreGli Ambiti territoriali della provincia di Como stanno svolgendo incontri relativi al bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Linee guida per la presentazione di proposte di adesione alla sperimentazione del modello di intervento in materia di Vita indipendente e inclusione nella società delle persone con disabilità. A questi incontri, pur convinti dell’assoluta inadeguatezza del finanziamento (a livello nazionale è di 10 milioni di euro: una miseria, se si considera l’intera realtà, ma un passo avanti rispetto ai 3 milioni dell’anno precedente),  partecipano anche i rappresentanti di Como dal basso. Ida Sala del Comitato lombardo per la Vita indipendente denuncia: «Tutto lascia pensare che si sia molto lontani dal fornire risposte adeguate, se si considerano l’esiguità dei finanziamenti, l’impostazione del bando (che lascia ben poco margine alla libertà di scelta delle persone con disabilità), la tipologia dei soggetti invitati a concorrere, che spesso gestiscono servizi anche in antitesi col concetto di Vita Indipendente, la lotta impari che le persone con disabilità sono chiamate ad attuare nell’ambito della “spartizione” dei fondi». Leggi il comunicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: