Giorno: 2 Marzo 2015

3 nuove stazioni di bike sharing a Como

bike&co bike sharing comoFrisoni: «Rimodulato il programma di intervento per lasciare un servizio oltre Expo». Le nuove stazioni saranno a Tavernola, in via Castelnuovo e in piazza Cacciatori delle Alpi.

 

«Su proposta dell’assessore al Bilancio e alle Attività Produttive Paolo Frisoni la giunta ha deliberato una rimodulazione del programma di intervento Como nel cuore d’Europa. Con L’Europa nel cuore, il progetto presentato dal Comune di Como e condiviso con le associazioni di categoria dei commercianti e degli artigiani oltre che con i principali partner istituzionali di Palazzo Cernezzi impegnati in funzione di Expo – spiega il Comune di Como –. Il progetto lariano ha ottenuto da Regione Lombardia, attraverso i Distretti dell’attrattività, un contributo di 350mila euro. Per il Comune di Como sono coinvolti gli assessorati alle Attività Produttive, al Turismo, all’Urbanistica, alla Mobilità e all’Informatizzazione».

«Gli interventi prevedono, tra l’altro, la realizzazione di un nuovo info-point sotto il Broletto, un city hub culturale, dotato delle più moderne tecnologie, la dotazione di una rete WiFi gratuita e ad alta velocità in piazza del Duomo, ai giardini a Lago e al parco di Villa Olmo – prosegue il comunicato –. La rimodulazione ha riguardato l’ipotesi di prevedere tre nuove stazioni del bike sharing, a Tavernola, in via Castelnuovo e in piazza Cacciatori delle Alpi». [md, ecoinformazioni]

Pescato costante sul Lario

pescato foto Salmerini del Lario«I pescatori di professione che hanno lavorato nel Lario e nel lago di Mezzola nel 2014 sono 77 – annuncia Villa Saporiti –. Il pescato complessivo è sostanzialmente stabile. Le catture dell’anno 2014 hanno raggiunto le 194 tonnellate e sono leggermente al di sotto della media del decennio, pari a 199 tonnellate».

 

«Come sempre, la “parte del leone” la fanno i coregoni, l’agone e il pesce persico, che insieme superano l’85% del pescato totale – afferma Carlo Romanò, responsabile del Servizio pesca della Provincia di Como –. Il calo più vistoso riguarda i coregoni (più noti come lavarelli) che, anche se restano di gran lunga la specie più abbondante, hanno fatto registrare un calo di circa il 20% rispetto all’anno precedente. L’aumento delle catture di agone, pur significativo (+28% rispetto al 2013), probabilmente non ha colto il reale incremento della popolazione. Nel periodo di massima resa della pesca (dal 20 giugno a tutto luglio) molti professionisti Dati pescato con LCsi sono dedicati ad altre specie perché le catture straordinariamente abbondanti dei pescatori sportivi hanno fatto crollare il mercato dell’agone in molte zone rivierasche».

«Per quanto riguarda l’aumento del salmerino una volta sottolineato che si tratta di una buona notizia per lo stato di salute generale del lago (il salmerino è una specie molto esigente dal punto di vista ambientale), non si può escludere che la predazione di uova e avannotti esercitata da questa specie sia una delle possibili cause della diminuzione dei coregoni – continua Romanò –. La diminuzione del cavedano purtroppo non fa più notizia e, trattandosi di una specie che non si allontana molto dalla sponda, è stata notata da tutti coloro che frequentano le rive del lago. Infine, per la prima volta il siluro ha fatto la sua comparsa nelle statistiche del pescato. Per ora le catture sono poco significative – poco più di un quintale nell’intero lago – ma cominciano a destare qualche preoccupazione perché si fanno sempre più frequenti. Nel fiume Adda a pochi chilometri dal Lario quest’anno sono stati catturati alcuni individui con peso superiore a 30 Kg». [md, ecoinformazioni]

Abbonamento Musei Lombardia Milano

musei torino piemonteComo aderisce al progetto regionale: «Per incentivare e favorire il miglioramento dei servizi culturali lombardi e lo sviluppo dell’attrattività del territorio».

 

«Il progetto ripercorre le orme di un’analoga iniziativa promossa sul proprio territorio da Regione Piemonte, ente con cui il Pirellone ha sottoscritto un protocollo d’intesa per incentivare il turismo di prossimità attraverso la sinergia dei sistemi museali delle due regioni – ricorda il Comune di Como –. Operativamente la gestione in Lombardia è stata affidata a Torino Città Capitale Europea, che ha i soci fondatori Regione Piemonte, il Comune e la Provincia di Torino, l’associazione che gestisce dal 1999 il progetto Abbonamento Musei Torino Piemonte, l’unica tessera in Italia destinata ai cittadini a permettere l’ingresso libero ai musei di tutta una regione».

«Grazie all’adesione deliberata dalla giunta di Palazzo Cernezzi, attraverso un abbonamento annuale, acquistabile anche ai Musei Civici di Como, si potranno visitare tutti i musei convenzionati della Lombardia – spiega il comunicato –. A Como – che vede coinvolti il Museo Archeologico Paolo Giovio, il Museo Storico, la Pinacoteca Civica e il Tempio Voltiano – la sperimentazione avrà una durata di un anno, al termine del quale si verificheranno i risultati, sia sotto il profilo culturale che economico». [md, ecoinformazioni]

6 marzo/ Scultura medievale per l’arredo liturgico a Como

SculturamedioevalePresentazione del catalogo di Maria Letizia Casati, contributi di Hans Rudolf Sennhauser, Katrin Roth-Rubi, intervengono Andrea Straffi, Fulvia Butti e Fabio Cani, venerdì 6 marzo alle 18 alla Pinacoteca civica di Como, in via Diaz 84. Per informazioni tel. 031.269869, e-mail musei.civici@comune.como.it, Internet cultura.comune.como.it.

14 punti con il brand di Como

como lakexperienceMartedì 3 marzo posizionamento dei manifesti con il nuovo marchio che rappresenta il capoluogo comasco.

 

«L’agenzia, che ci ha offerto gratuitamente i propri impianti pubblicitari per la campagna promozionale del nuovo brand di Como, provvederà a posizionare correttamente i manifesti domattina [martedì 3 marzo] – annuncia il Comune di Como –. Ci siamo incontrati oggi e pur ribadendo il nostro ringraziamento per l’occasione offertaci, è stato sottolineato come la gratuità del servizio non possa comportare in alcun modo l’indebolimento del messaggio comunicativo».

Agap Italia che ha concesso gratuitamente 14 impianti per la promozione del marchio della città su cui sono già stati posizionati i manifesti pubblicitaria: «Sei di questi impianti, in via Pasquale Paoli, in via Cecilio e in via Bellinzona, nella giornata di domani, saranno riposizionati».

«Lo scopo di questa prima affissione è far conoscere il brand ai cittadini comaschi – termina la nota –. La campagna procederà, quindi, nei prossimi giorni con nuovi posizionamenti in centro città». [md, ecoinformazioni]

4 marzo/ Il mondo bianconero di papillon

mondo bianconero papillonInaugurazione mostra, saranno esposte le tavole presenti nel libro, e presentazione del libro con le autrici Anna Bracchi e Carlotta Baruffaldi e l’editore Carlo Pozzoni, mercoledì 4 marzo alle 18.30 in via Maurizio Monti 41 a Como, aperta dalle 15 alle 19 fino al 15 marzo, chiusa domenica e lunedì.

 

«Il mondo bianconero di papillon è un progetto a quattro mani che nasce nel 2013 dall’esperimento di unire l’arte dell’illustrazione con quella della fotografia – spiega la presentazione –. Inizialmente realizzato sotto forma di stampe per l’esame di Tecniche Extramediali all’Accademia di Belle Arti di Brera con l’artista e professore Leonida De Filippi, si trasforma man mano, con la scrittura del testo e i disegni di Carlotta e gli sfondi creati dagli scatti di Anna, in qualcosa di ancora più magico: un libro in cui illustrazione e fotografia si incontrano e si fondono. L’intento è anche quello di creare stupore non solo nei bambini ma anche negli adulti». [md, ecoinformazioni]

Palazzo Cernezzi su Tumblr

comune como tumblrIl Comune di Como apre un nuovo canale per veicolare la propria immagine.

 

«Il lancio ufficiale è avvenuto con le immagini riprese in occasione della cerimonia inaugurale, il 27 febbraio, dei 40 anni di gemellaggio tra Como e la città giapponese di Tokamachi – spiega una nota dell’Aministrazione comunale comasca –. In elenco si trovano anche l’inaugurazione del Chiostrino Artificio, la visita guidata a Villa Olmo con la stampa per fare il punto della situazione sui cantieri e ancora la presentazione del brand di Como e la prima seduta della nuova commissione Paesaggio. Dopo Twitter, i corsi di scrittura per i redattori, la decisione di riorganizzare la redazione del portale e di lavorare ad un nuovo sito istituzionale, è ora la volta di Tumblr, una piattaforma di microblogging e social networking per gestire e catalogare le immagini». L’indirizzo Internet è www.comunedicomo.tumblr.com.

«La trasmissione di un messaggio attraverso un’immagine si traduce in una “comunicazione visiva” – dichiara Lorenzo Spallino, assessore all’Informatizzazione –. Come il “vedere” è un processo di scelta e organizzazione delle informazioni, la comunicazione visiva cerca di raggiungere l’effetto comunicativo attraverso il potere di richiamo, la comprensibilità e la facilità di memorizzazione dell’immagine. E questo nuovo progetto di comunicazione punta a rendere percepibili aspetti della vita della pubblica amministrazione non veicolabili attraverso i testi scritti o le immagini ufficiali».

«Le immagini presenti nei post del blog saranno realizzate esclusivamente dal personale dell’ufficio Stampa e Comunicazione – aggiunge Spallino –. Saranno fotografie che documentano vari aspetti della vita della pubblica amministrazione, rendendoli immediatamente e facilmente percepibili, senza bisogno della mediazione di un testo scritto. La volontà è realizzare immagini “non ufficiali”, che comunichino con un linguaggio evocativo e d’impatto. La carica emotiva e il maggior coinvolgimento creati dalla comunicazione visiva possono rendere più friendly e più vicina al cittadino l’attività che quotidianamente viene svolta in Comune».

«Le immagini, tutelate per il diritto d’autore, potranno essere utilizzate purché ne sia esplicitata la fonte (Comune di Como) – si specifica –. Tumblr, acquistata recentemente da Yahoo, è stata la prima piattaforma di microblogging ed è quella oggi con la maggior percentuale di crescita: gli ultimi dati parlano di 130milioni di blog Tumblr e di 300 milioni di visitatori mensili, che corrispondono al 15% di tutti gli utenti Internet. Il 50% degli utenti ha meno di 25 anni e in Italia è il quinto social network più utilizzato (dopo Facebook, Google+, Linkedin e Twitter)». [md, ecoinformazioni]

Staffetta in consiglio provinciale

provincia_como_saporitiIl Tar della Lombardia di Milano ha accolto il ricorso presentato da Guido Frigerio «per la rettifica del risultato elettorale delle elezioni provinciali svoltesi lo scorso 12 ottobre e lo ha proclamato eletto consigliere provinciale nella lista n°3 “Verso una nuova Provincia – Livio Presidente” in sostituzione del consigliere Alberto Crippa di cui è stata dichiarata la decadenza»

«Procederemo con la convalida durante la prossima seduta del Consiglio provinciale – spiega la Presidente della Provincia di Como, Maria Rita Livio – il consigliere Crippa continuerà comunque a far parte della squadra, visto l’ottimo lavoro svolto finora, ma questa potrà essere l’occasione anche per ripensare la distribuzione delle deleghe».[aq, ecoinformazioni]

Vita indipendente/ necessario un cambio di paradigma

comodalbasso-coloreGli Ambiti territoriali della provincia di Como stanno svolgendo incontri relativi al bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Linee guida per la presentazione di proposte di adesione alla sperimentazione del modello di intervento in materia di Vita indipendente e inclusione nella società delle persone con disabilità. A questi incontri, pur convinti dell’assoluta inadeguatezza del finanziamento (a livello nazionale è di 10 milioni di euro: una miseria, se si considera l’intera realtà, ma un passo avanti rispetto ai 3 milioni dell’anno precedente),  partecipano anche i rappresentanti di Como dal basso. Ida Sala del Comitato lombardo per la Vita indipendente denuncia: «Tutto lascia pensare che si sia molto lontani dal fornire risposte adeguate, se si considerano l’esiguità dei finanziamenti, l’impostazione del bando (che lascia ben poco margine alla libertà di scelta delle persone con disabilità), la tipologia dei soggetti invitati a concorrere, che spesso gestiscono servizi anche in antitesi col concetto di Vita Indipendente, la lotta impari che le persone con disabilità sono chiamate ad attuare nell’ambito della “spartizione” dei fondi». Leggi il comunicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: