Dare voce ai sibling/ Crescere con un fratello con disabilità

anffasSibiling è una parola inglese che viene utilizzata per definire i fratelli e le sorelle delle persone con disabilità. Da una decina di anni, la pedagogia sta indagando il senso di isolamento che i fratelli considerati normodotati provano, e come la situazione famigliare influenzi le loro scelte e la progettualità durante gli snodi cruciali della vita. Il legame fraterno possiede al suo interno mille sfaccettature, fili che s’intrecciano e parole taciute. La relazione fraterna, proprio perché condivide la stessa generazione, è solitamente la relazione più lunga all’interno della propria famiglia d’origine, e inevitabilmente attraversa fasi delicatissime, dove un confronto ed un supporto si rendono necessari. A Como, l’associazione Anfass ha promosso un corso di formazione per diffondere approfondimenti e metodologie sui sibling. Cinque saranno gli incontri rivolti ai professionisti del settore disabilità: insegnanti, studenti e volontari. Il primo incontro avverrà sabato 11 aprile, per partecipare è necessario registrarsi sul sito http://www.anffascomo.it e versare un contributo di 40 euro. Lo scopo del corso è di creare personale formato, sviluppare la conduzione di un gruppo e potenziare la capacità di ascolto. Il corso sarà tenuto da Maddalena Bernasconi, psicologa; Nicoletta Martirano, docente e Regina Confalonieri Zoni, membro del direttivo di Anffas; si terrà presso il Centro Servizi Volontariato di Como, in Via Col di Lana 5. [Barbara Rizzi, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: