Battello spazzino

comoPalzzo Cernezzi aspetta una risposta da Villa Saporiti.

 

Mercoledì 1 luglio la Giunta Lucini ha approvato un indirizzo sul servizio di pulizia del battello spazzino. Dice sì al proseguimento del servizio: «Ma solo a pari condizioni. Se Villa Saporiti dovesse confermare l’indisponibilità di risorse, per il pagamento del carburante e per il pagamento dello smaltimento dei detriti e di conseguenza tali costi ricadessero su Como, Palazzo Cernezzi non accetterà il rinnovo della convenzione».

«A tali condizioni non possiamo accettare – afferma l’assessore all’Ambiente Bruno Magatti –. Como non può sobbarcarsi il pagamento di costi altrui. Siamo disposti e interessati a proseguire il servizio solo se ci confermano le condizioni in vigore fino ad oggi. Aspettiamo una risposta dalla Provincia e stante i loro obblighi istituzionali ci aspettiamo che metteranno a disposizione le risorse». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: