Una lettera contro l’inquinamento

polveriMario Lucini e Bruno Magatti puntano sulla persuasione e non sull’imposizione per affrontare l’emergenza ambientale. Il sindaco e l’assessore all’Ambiente scrivono ai cittadini e alle cittadine comasche. Il testo raccoglie molte sensate pratiche da tempo patrimonio dell’ambientalismo che, se adottate, produrrebbero effetti non trascurabili sul livello degli inquinanti. Tra esse il consiglio (simbolico) di rinunciare ai fuochi d’artificio di fine anno (ma il Comune sembra indisponibile a farlo), l’indicazione di limitare la circolazione in aree particolarmente inquinate di anziani e bambini e molto altro. Leggi nel seguito il testo integrale delle Raccomandazioni per la prevenzione e il contenimento dell’inquinamento atmosferico.

«Raccomandazioni per la prevenzione e il contenimento dell’inquinamento atmosferico

Lettera ai cittadini dal Sindaco Mario Lucini e dall’Assessore alla Tutela dell’Ambiente Bruno Magatti.

Premesso che in assenza di vento, pioggia o neve ogni riduzione di immissione di inquinanti in atmosfera è cosa buona, allo scopo di sollecitare in tutti i cittadini e le cittadine comportamenti positivi, il Sindaco e l’Assessore alla Tutela dell’ Ambiente raccomandano:

Autoveicoli

  • usa il meno possibile l’automobile e rinuncia al suo utilizzo per spostamenti brevi;
  • evita l’uso dell’auto soprattutto al mattino presto e alla sera, momenti nei quali lo strato di rimescolamento è ridotto e quindi si verificano le condizioni meno favorevoli alla dispersione degli inquinanti;
  • valuta la possibilità dei mezzi di trasporto pubblico e delle riduzioni tariffarie disponibili;
  • assumi uno stile di guida non aggressivo, evitando accelerazioni e frenate brusche;
  • evita di riscaldare il motore da fermo;
  • spegni il motore in sosta e in attesa al passaggio a livello;
  • se è inevitabile l’uso dell’auto, condividine l’utilizzo con altri (con ciò concorri a diminuire il numero di veicoli circolanti);
  • valuta la possibilità di usare la bicicletta;
  • limita le velocità massima a 40 km/h in ambito urbano e a 90 km/h in ambito extraurbano e autostradale (maggiore è il consumo per kilometro, maggiore il tuo contributo inquinante);
  • nelle attività di cantiere mantieni pulite le ruote dei mezzi in uscita e copri il materiale trasportato per evitarne la dispersione;

Impianti di riscaldamento

  • evita di scaldare ambienti non destinati alla permanenza (box, garage, cantine, ripostigli, scale);
  • rispetta le disposizioni di legge relative agli orari di accensione ed ai controlli periodici e di manutenzione degli impianti termici e informati sulla possibilità di sostituzione con tecnologie meno impattanti;
  • se già non l’hai fatto installa valvole termostatiche su ogni elemento e governa la temperatura di ogni locale;
  • non utilizzare caminetti, stufe e qualunque altro apparecchio domestico alimentato a legna se non garantiscono un rendimento energetico almeno del 70% o non sono strettamente  necessari per il riscaldamento dell’abitazione;

Energia

  • prendi coscienza dei tuoi consumi di energia e informati sulle soluzioni per ridurli;
  • tieni chiuse le porte di ingresso e le finestre degli edifici commerciali e degli edifici pubblici e degli studi privati al fine di contenere la dispersione di energia, che è causa di consumi inutili ed emissioni in atmosfera di sostanze inquinanti.

Giornate caratterizzate da livelli elevati di inquinanti:

  • rinuncia a fuochi d’artificio e giochi pirotecnici nei festeggiamenti di fine anno;
  • per nessuna ragione accendi fuochi all’aperto;
  • mantieniti informato, verificando nella pagina web del Comune di Como, cliccando sul banner “meteo e inquinati”, lo stato dell’’inquinamento e le previsioni meteo;
  • scegli opportunamente luoghi e tempi per attività fisica all’aperto ricordando che l’inalazione profonda di inquinanti è favorita dall’iperventilazione.
  • anziani, bambini e persone in precarie condizioni di salute evitino di camminare in aree con traffico intenso e attività all’aperto.

In particolare:

  • presta attenzione affinché i bambini non siano esposti all’altezza dei tubi di scarico degli autoveicoli;
  • in auto non azionare gli impianti di ricircolo dell’aria durante il transito in particolari condizioni quali, ad esempio, nelle code e in ambito urbano soggetto ad intenso».

[dal Notiziario comunale di Como del 29 dicembre 2015]

 

1 thought on “Una lettera contro l’inquinamento

  1. Fate come dico, ma non fate come faccio.
    Servirebbe un esame di coscienza se quanto chiesto ai cittadini viene rispettato nelle strutture di proprieta’ del comune.

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: