Mondeando/ Un’avventura in giro per il mondo

mondeando

Il 15 aprile partiranno con volo da Milano Mapensa a Beijing (prima tappa) per il loro giro del mondo il Tito e la Ila, ovvero Alberto e Ilaria.

Ilaria è dirigente del circolo Arci Guernica di Bulgarograsso e fa parte del consiglio direttivo di Arci Como. Con Alberto, varesino di nascita ma comasco di adozione affronteranno un’avventura lunga un anno attraverso quattro continenti. Per raccontarla “in diretta” hanno creato un blog: Mondeando.

«Se c’è una cosa di cui non smetteremmo di parlare – e voler sentire raccontare – è di viaggi. Le cose viste, fatte ed apprese mentre si viaggia hanno un fascino particolare, un qualcosa in più. Forse è proprio per il fatto che in viaggio tutto sembra nuovo ed imperdibile, anche le cose più comuni, che non abbiamo potuto trattenerci dal dare un nome e un volto a questo progetto: ed è nato Mondeando. Con Mondeando vogliamo puntare a raccogliere (ed accogliere) momenti di viaggio di tutti quelli che li vorranno condividere per dimostrare che quella meta è raggiungibile, che quel percorso è fattibile, quel sogno è realizzabile. Che non bisogna aver paura di abbandonare il proprio guscio protettivo, la propria casa o un posto di lavoro fisso. Per tentare tutto ciò Ila e Tito si metteranno in gioco in prima persona: hanno lasciato i loro posti di lavoro e la loro casa perchè condividono il desiderio di intraprendere il giro del mondo , e vogliono riuscire a raccontarvi tutto quel che vivranno (grazie anche al supporto di un efficiente team che li affiancherà dal Belpaese). Perciò zaino in spalla! Quello che ci auguriamo è che il nostro diario digitale possa ispirarvi, stuzzicarvi, perchè vi sentiate a vostro agio anche a raccontare su questa piattaforma i vostri vagabondaggi, di ieri, di oggi o di domani. Vi basterà scriverci usando l’apposita sezione dalla homepage. Sarà anche grazie al vostro prezioso contributo che Mondeando potrà crescere ed arrivare in futuro ad essere una fonte di ispirazione e organizzazione di nuove idee. Compartir es vivir!»

«Attraverseremo l’area centro-orientale della Cina per circa un mese, cercando di prendere sempre mezzi di terra come treni od autobus che viaggino di notte per coprire le lunghe distanze, così da poter risparmiare un pernottamento. Oltre Beijing e le attrattive circostanti, visiteremo Pingyao, Xi’an (dove si può ammirare l’esercito di terracotta) e Shanghai, sino ad arrivare a Hong Kong passando per la costa sud-est oppure per Guilin. Ad Hong Kong prenderemo il volo successivo il 15 maggio, con destinazione Hanoi.

Atterrati ad Hanoi intraprenderemo un percorso di due mesi, per quattro stati del sud est asiatico: Vietnam, Laos, Cambogia e Thailandia. L’itinerario non è ancora definito al 100% per cui non sappiamo ancora se attraverseremo un Paese per volta oppure faremo un po di zig-zag da nord a sud, sarà comunque un’avventura. Il Paese a cui dedicheremo maggior attenzione sarà probabilmente il Vietnam, su cui abbiamo già ricevuto molti consigli.

Il passo successivo sarà il volo che il 13 luglio ci porterà da Bangkok a Bali, Indonesia, in cui resteremo tre settimane per visitare l’intera isola.

Nuova partenza da Bali il 3 agosto con destinazione Adelaide, Australia! L’obiettivo è quello di attraversare quest’area via terra (in bus, autostop, soluzioni low cost) toccando Melbourne e giungendo a Sydney. Avremo a disposizione un mese di tempo, anche se la ripartenza da Sydney è fissata per il 13 settembre. Questo nella speranza che nei dieci giorni restanti potremo concederci qualche momento di relax in Tasmania o… perché no… alle Fiji!

Da Sydney si volerà poi alla volta della Nuova Zelanda, dove compiremo un tour dell’isola a nord, da Auckland a Wellington.

Dalla Nuova Zelanda prenderemo il volo più lungo in assoluto di tutto il viaggio, quello che ci porterà in sud America, precisamente a Buenos Aires, il 9 ottobre.

L’obiettivo principale qui è visitare la Patagonia e la Terra del Fuoco quindi intraprenderemo una discesa su strada (o barca…) sino a Ushuaia. Se ottobre si rivelerà essere un mese troppo freddo per raggiungere la destinazione aspetteremo novembre inoltrato, quando inizia il disgelo, per riuscire ad arrivarci senza intoppi. Nel frattempo ci dedicheremo a Buenos Aires, Montevideo e le magnifiche cascate di Iguazù.

Da Ushuaia prevediamo di risalire con un volo interno che ci porti o fino a Salta (Argentina) , oppure a Santiago (Cile).

Da qui comincerà un’ eroica risalita del continente Latino Americano sino al Messico, per cui passeremo Cile, Bolivia, Perù, Ecuador, Colombia.

L’itinerario del Centro America non è ancora impostato definitivamente. Per ora nelle nostre idee ci sono Panama, Costa Rica, Belize e Cuba.

Il nostro ultimo punto di approdo sarà comunque il Messico, dove prenderemo il volo finale di rientro per l’Europa a metà Aprile 2017. Se il tempo ci sarà amico ne approfitteremo per visitare il territorio, dallo Yucatan a Città del Messico.» [da Mondeando.com – Il Tito e la Ila]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: