Emergenza umanitaria/ Lo stato non c’è, serve cibo per sfamare le persone

mensa sant'eusebiogenerale arPer quanto possa sembrare impossibile in una delle zone del pianeta più ricche e caratterizzata da sistemi istituzionali attivi da almeno 2000 anni c’è un nuovo pressante appello ai cittadini perché intervengano fornendo cibo e generi vari, visto che ancora i bisogni primari della popolazione transitante da Como in fuga da guerre, violenza e povertà sono assicurati dalla meravigliosa, generosa,  infaticabile solidarietà personale di tante e tanti che salvano la vita a centinaia di persone e la dignità dell’intero paese. Una vergogna nazionale il fatto che ancora oggi a sfamare centinaia di persone debbano pensarci i privati mentre le istituzioni non sembrano dimostrare di esistere e di comprendere che le persone devono mangiare tutti i giorni (meglio non una volta sola al giorno), vestirsi e che i diritti umani non sono uno slogan, ma doveri per le istituzioni che devono garantirli con adeguati mezzi e strutture. Leggere che c’è grande urgenza di acqua fa accapponare la pelle, ma questa è la situazione.

Pubblichiamo integralmente nel seguito il nuovo appello delle necessità essenziali aggiornato al 9 agosto. [Foto Andrea Rosso, ecoinformazioni]

IMPORTANTE – APPELLO PER LA RACCOLTA DI CIBO, PRODOTTI PER L’IGIENE E VESTITI AGGIORNATO AL 9 AGOSTO

CIBO
riso(anche in sacchi da 5 kg)
acqua minerale da mezzo litro (urgentissima!)
succhi di frutta da 200ml
legumi (anche in sacchetti grandi da cuocere e mettere in ammollo)
biscotti
biscotti per l’infanzia
omogeneizzati liofilizzati
omogeneizzati di frutta

OGGETTI IN GENERE
coperte in buono stato (urgenti!)
tovaglioli di carta
piatti, bicchieri, posate(forchette, coltelli, cucchiai, cucchiaini) di plastica
rotoloni di carta

PRODOTTI PER L’IGIENE
olio corpo
salviettine umidificate (anche quelle disinfettanti)
detergente liquido per le mani
pannolini
assorbenti femminili
Bagnoschiuma
tutto ciò che può servire per l’igiene

TUTTO QUESTO VIENE RITIRATO DALLA CROCE ROSSA DALLE 8 DEL MATTINO FINO ALLE 24 IN VIA ITALIA LIBERA, COMO; TUTTI I GIORNI DELLA SETTIMANA.

I vestiti (serve biancheria intima da ragazzo) vengono raccolti da Caritas al seguente indirizzo Caritas c/o Centro Cardinal Ferrari, entrata da via Sirtori.

 

1 thought on “Emergenza umanitaria/ Lo stato non c’è, serve cibo per sfamare le persone

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: