La Rosa bianca alla manifestazione “E questo è il fiore”

«Il prossimo 9 dicembre la Rosa Bianca aderirà alla mobilitazione nazionale promossa a Como contro ogni fascismo e intolleranza. L’episodio di Como dell’irruzione degli skinhead all’incontro di  “Como senza frontiere” (rete per i diritti dei migranti impegnata a promuovere attività di accoglienza e di pace e a veicolare una informazione nonviolenta, solidale e antirazzista) è stato un gesto di intimidazione verso chi promuove un impegno fattivo nella città attraverso gesti di pace e di accoglienza. 

Questi fatti, insieme ad altri segnali che giungono da diverse parti in Italia in Europa, sottolineano sempre più l’importanza di promuovere incontri, iniziative e pratiche per rigenerare le fondamenta del vivere comune e della democrazia.

I giovani della Rosa Bianca tedesca si opposero a Hitler promuovendo forme di resistenza nonviolenta e rivolgendosi alle coscienze. Scelsero di “non tacere” di fronte alle violenze del regime, alle discriminazioni e alla guerra pagando con la vita la loro scelta.

Sono tanti i luoghi che ci ricordano della presenza di conflitti armati e barbarie, che coinvolgono a livello globale tutto il pianeta.

Alex Langer nel “tentativo di decalogo per la convivenza interetnica” del 1994 ci ha proposto l’importanza  di diventare mediatori, costruttori di ponti, saltatori di muri, esploratori di frontiera, saltatore di muri.

Ancora oggi frontiere separano, a Como, come a Ventimiglia, come al Brennero e negano diritti a vittime in fuga dalle guerre e dalle miserie. Sono diritti che ritroviamo affermati nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Umanità e che ritroviamo spesso violati. Le devastazioni umane e le sofferenze portate dalle guerre e dalle persecuzioni, non rappresentano solo un lontano ricordo». [Fabio Caneri, presidente Rosa Bianca]

1 thought on “La Rosa bianca alla manifestazione “E questo è il fiore”

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: