Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

29 settembre/ i 150 anni del Setificio

 

a_20.jpg

Con una grande festa aperta al pubblico, l’istituto “Paolo Carcano” avvia una serie di eventi per celebrare un importante anniversario, i 150 anni dell’apertura della Scuola comunale di Setificio, avvenuta nell’aprile del 1868.

 Appuntamento sabato 29 settembre in via Castelnuovo 5 a Como, dove studenti e insegnanti apriranno la scuola e i suoi laboratori ai visitatori di tutte le età. Da vedere i progetti e gli elaborati degli e delle studenti, oltre ad opere di artisti ed ex allievi/e dell’istituto,  performance d’arte, workshop creativi e spettacoli musicali, in apertura a una serie di iniziative che evidenziano il percorso di sviluppo e le peculiarità dell’Istituto di Setificio Paolo Carcano, secondo un programma annunciato nella cerimonia commemorativa dello scorso aprile in Palazzo Cernezzi alla presenza del sindaco di Como, Mario Landriscina.

Il programma, che ha inizio con una grande festa all’interno della scuola, è stato attivato da un gruppo di lavoro composto dal dirigente scolastico, Roberto Peverelli, con vari docenti, l’associazione ex-allievi del Setificio, la Fondazione Setificio e il museo della Seta, in collaborazione con UnindustriaComo – Gruppo filiera tessile, Confartigianato imprese settore moda, Associazione italiana disegnatori tessili e Camera di commercio.

Creatività, innovazione, cultura, arte e passione per il proprio lavoro: queste le parole chiave di un evento che vuole coinvolgere tutto il territorio e raccontare, in modo ludico e originale, l’attualità del Setificio. Presenti tutti i protagonisti di questo percorso: studenti, insegnanti, personale, ma anche imprese, professionisti, ex allievi, amici e simpatizzanti, a sottolineare il concetto di una scuola aperta, quale fondamentale momento formativo per il futuro dei nostri giovani, del distretto tessile e dell’intera comunità locale.

L’istituto Paolo Carcano aprirà le porte a tutti i visitatori dalle ore 20 alle 2: durante l’intera serata sarà possibile visitare la scuola e i suoi laboratori. All’ingresso saranno visibili due opere tessili, Ali e Ragno, realizzate dall’artista comasco, più volte intervenuto in attività con i ragazzi del Setificio, Benny PoscaPer le attività specifiche, la serata avrà inizio con un’attività per bambine e bambini tenuta dalle ex allieve del Setificio Pia Mazza e Cristina Quadrio, del gruppo Fata Morgana. A partire dalle 20,30 saranno proposti dei racconti: una serie dedicata ai più piccoli, dai quattro ai sette anni e poi un’altra per i bambini dai sette ai dodici anni. A seguire, verso le 22,30 avrà luogo la grande performance di Afrannoto artista camerunense, autore di importanti mostre – vedi la più recente alla Triennale di Milano – e in passato già protagonista di un evento e di un workshop con gli studenti promosso da Fondazione Setificio. Nelle sale a pianoterra saranno esposte tele e dipinti di un’altra ex allieva del Setificio, l’artista comasca Ester NegrettiNell’arco della serata si avvicenderanno gruppi di giovani musicisti con vari generi musicali.

Segnala il Dirigente scolastico Roberto Peverelli: «Sono molto soddisfatto del lavoro svolto da studenti ed insegnanti con gli enti promotori per coinvolgere la comunità locale nella nostra realtà, sempre più sinergica e aperta al mondo esterno. Il pubblico scoprirà la nuova identità dell’Istituto, che fa perno e sviluppa la vocazione tecnico-scientifica dei settori tessile e chimico delle origini, per integrare una nuova componente creativa, costante motore di innovazione e ricerca».
L’istituto oggi è costituito da vari indirizzi. Nel percorso tecnico, oltre al tessile, oggi denominato “Sistema moda”, troviamo Chimica, materiali e biotecnologie, in versione standard e nella nuova impostazione su quattro anni con curvatura tessile, oltre all’indirizzo Grafica e comunicazione. Nel percorso liceale abbiamo il  Liceo scientifico delle scienze applicate e il nuovo Liceo artistico. «I nuovi indirizzi sono stati generati su una base ed una radice ben precisa , una sorta di filiazioni dalla base tecnica iniziale che, applicata ad un settore multiforme come quello tessile, ha dato esiti specifici, caratterizzando l’offerta formativa in modo logico, coerente, davvero originale e con una chiara identità».
Da parte degli enti Fondazione Setificio e Associazione ex allievisi ribadisce il costante sostegno alla attività dell’istituto. «Dal 1995 affianchiamo l’Istituto di Setificio Paolo Carcano nel fornire contributi di rilievo affinché questa scuola sia sempre all’avanguardia – dal rinnovo di impianti e laboratori, alla formazione dei docenti, alle sinergie con aziende ed enti, etc – e rappresenti un anello solido e determinante della filiera tessile comasca, da sempre espressione di alti livelli di riferimento per qualità, creatività, tecnica e sostenibilità» sottolineano Andrea Ferrari e Graziano Brenna, presidente in carica e presidente onorario di Fondazione Setificio. Un concetto sostenuto anche da Giovanna Baglio, Presidente dell’associazione ex allievi: «Attiva da oltre 60 anni a sostegno dell’Istituto di Setificio, l’Associazione Ex-Allievi supporta la scuola nella formazione continua in ambito tessile e nei settori ad esso collegati, nonché si pone come costante punto di raccordo tra scuola e mondo imprenditoriale, così come fortemente voluto dai fondatori dell’istituto, 150 anni fa».

Le prossime iniziative aperte al pubblico:

Sabato 6 ottobre:  “La seta fa scuola: passeggiata per i 150 anni del Setificio”

Sabato 3 novembre: mostra fotografica “Se.. ti fotografo il Seti” in San Pietro in Atrio fino al 18 novembre 2018

Setificio ieri e oggi: una storia in movimento

L’Isis di Setificio “Paolo Carcano” nasce nel 1868 a Como come scuola comunale per le maestranze. Nel 1903 diviene Istituto nazionale di stato per interessamento del senatore comasco Paolo Carcano, a cui l’istituto sarà intitolato negli anni successivi; nel 1963 diventa Istituto tecnico industriale con tre indirizzi: chimico tintorio, disegno tessile, tessitura. Nel 1975 l’istituto si trasferisce nella nuova sede – quella attuale – al centro del polo tecnologico tessile. L’I.s.i.s. offre oggi due percorsi formativi distinti, d’istituto tecnico e di liceo, caratterizzati dalla finalità comune di trasmettere un’approfondita formazione tecnico-scientifica e umanistica, in linea con le indicazioni dell’Unione europea.
Il percorso d’istituto tecnico del settore tecnologico è articolato nei seguenti indirizzi, frutto della tradizione formativa dell’istituto: Chimica, materiali e biotecnologie, quadriennale Chimica e materiali per le tecnologie tessili e Sistema moda, che comprende anche un’articolazione “Disegno per tessuti”, ossia un corso innovativo di disegnatore creativo per tessuti unico in Italia; e infine Grafica e comunicazione. Il percorso liceale comprende il Liceo scientifico delle scienze applicate e il Liceo artistico. L’istituto, da sempre legato ai settori produttivi del territorio, offre servizi d’istruzione, formazione e orientamento realizzati attraverso percorsi che favoriscono il consolidamento di competenze culturali e metodologiche e sviluppano competenze specifiche nell’area scientifica e tecnologica. Tutte le discipline, inoltre, contribuiscono alla promozione delle competenze trasversali di cittadinanza attiva e di apprendimento permanente, cruciali nella società moderna, complessa e in continua evoluzione. Per realizzare questa missione l’istituto si fa promotore di una rete di relazioni diffusa sul territorio, tesa a coinvolgere gli studenti e le famiglie, anche attraverso l’azione del Comitato Genitori, le altre istituzioni scolastiche, le Università, gli enti locali e le associazioni di categoria, valorizzando in particolare l’apporto del Comitato tecnico Scientifico, della Fondazione Setificio e dell’Associazione ex-allievi. [AF, ecoinformazioni]

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 settembre 2018 da in Mostre, Scuola, storia con tag , , , , , .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: