Scuola

Orsenigo/ In classe dal 9 dicembre

Il Consigliere regionale del Pd Angelo Orsenigo sottoscrive le ragioni di chi vorrebbe anticipare la presenza degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado in Lombardia per il momento ipotizzata a gennaio e chiede che «la Regione impieghi tutte le contromisure per permettere una riapertura sicura e duratura». Per Orsenigo la “ripresenza” studentesca dovrebbe avvenire già dal 9 dicembre prima ancora che si possano valutare le conseguenze della irresponsabile apertura di tutte le attività commerciali determinata dal passaggio della Lombardia dalla zona rossa a quella arancione con conseguente invitabile aumento dei morti connessi alla più facile circolazione del virus.

(altro…)

Uds chiede scuola, il governo risponde consumi

L’Unione degli studenti Lombardia ha pubblicato i risultati dell’inchiesta Di nuovo in Dad e chiede allo stato e alla regione l’immediato stanziamento di risorse che rendano possibile il ritorno a scuola in condizioni di sicurezza.

(altro…)

Nonunodimeno/ Motivare allo studio

Nella serata di mercoledì 25 novembre si è svolta la conferenza Perfetti sconosciuti, incontro organizzato da Nonunodimeno sul tema della motivazione allo studio.
Sono stati invitati come relatori Luca Villa, psicopedagogista, Maria Adele Pozzi, psichiatra, e Ilia Benedetti, mediatrice familiare e presidente dell’associazione Familiarmente noi.

(altro…)

Scuola/ Tutti i sindacati contro l’ordinanza

Oltre all’Uds anche quasi tutti i sindacati della scuola contestano l’ordinanza regionale che ha decretato gravi limitazioni dell’attività delle scuole e chiedono chiarimenti urgenti su punti oscuri del testo. Nel seguito il comunicato.

(altro…)

Prima la scuola/ No dad, sì Costituzione

L’Unione degli studenti ha organizzato il presidio Priorità alla scuola a cui hanno partecipato a ragazzi/e che frequentano alcune delle scuole della città. Arci, Fridays for future e Prc hanno aderito all’iniziativa e hanno mostrato la loro vicinanza ai/alle ragazzi/e esprimendo al microfono l’importanza della mobilitazione.

(altro…)

Priorità alla scuola

[Foto Mara Cacciatori, Arci ecoinformazioni]

Studenti sotto la pioggia a Como a Porta Torre il 25 settembre mattina per il presidio dell’Uds al quale hanno aderito Arci, Fridays for future e Prc. L’iniziativa si è aperta con la simulazione di una “lezione diversa” con Micol Dell’Oro che ha stimolato i/le presenti al dialogo. Presto on line l’articolo le foto e i video di Mara Cacciatori.

ARCI COMO WebTV/ Palinsesto 14 settembre/ Lettera a una professoressa

La scuola ricomincia e certamente non è esattamente quella di prima della pandemia che ancora si diffonde anche nel nostro territorio. Grande è il rischio però che alla fine si discuta solo di mascherine e banchi monoposto, di covid, di sicurezza e di tamponi . Può aiutare riaffermare che i problemi che c’erano nella scuola decenni fa ci sono oggi e lottare perché che non si incancreniscano ulteriormente. Sono in buona parte gli stessi riassunti nella Lettera a una professoressa. Ripensare a don Milani può essere utile a progettare un futuro degno per la scuola. Rifiutare la selezione, allora e oggi di classe, puntare sulla formazione che è promozione e sulla cultura è costruire la scuola vera.

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ Palinsesto 13 settembre/ Il 14 a scuola

Lunedì 14 settembre anche nel nostro territorio si realizza l’impegno del governo che ha ritenuto fondamentale la scelta della riapertura degli istituti scolastici di ogni ordine e grado assicurando misure di sicurezza ritenute sufficienti a limitare l’inevitabile incremento dei contagi. Alcuni video su come la stessa scelta è stata fatta in altri paesi europei possono essere utile.

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ Palinsesto 2 settembre/ Pericolo seconda ondata

Consola l’importanza che finalmente viene data alla scuola nel dibattito degli ultimi giorni. Sembra che la pandemia abbia reso evidente che la scuola è democrazia, libertà, promozione individuale, socialità, gioia. Scuola come diritto finalmente, persino preminente rispetto alla sicurezza. Bene, ma sarà davvero così? L’edizione di oggi è dedicata a ricordare i tanti appelli per la scuola pubblica lasciati cadere nell’indifferenza generale e le lotte dei lavoratori e delle lavoratrici della scuola contro mostruosità come la “Buona scuola” di Renzi, le privatizzazioni, la gerarchizzazione avvilente e mortificante. La pandemia privatista e aziendalista, il virus della competizione insensata tra istituti, tra studenti, tra famiglie ha duramente colpito la qualità e la bellezza della principale istituzione culturale impedendole di evolverversi. Uno sguardo al passato, con i video che proponiamo dagli archivi di ecoinformazioni, può aiutare a capire che il nodo non solo le rotelle dei banchi, né il tipo delle mascherina che giustamente vengono imposte per vitali ragioni. Il nodo è la Costituzione che alla scuola affida il compito di creare una società inclusiva e serena. Serve, come nella sanità, più scuola pubblica e una scuola privata esclusivamente “senza oneri per lo stato”. L’infezione dei terribili ultimi 20 anni può ancora darci una devastante seconda ondata, solo il protagonismo dei lavoratori e delle lavoratrici della scuola può vaccinarci.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: