Collettivo senza nome – Niente sarà più come prima?

Collettivo Senza Nome è gruppo spontaneo nato in Toscana da poche settimane, che ha prodotto un appello per non mettere a rischio la salute dei lavoratori delle concerie, raccogliendo centinaia di adesioni. Ora, con l’inizio della fase due, propongono una lunga ed articolata riflessione che va ben oltre la dimensione locale. Un lavoro dal basso che non ha nulla da invidiare ai presunti specialisti, e che ha molto da insegnare alla politica. “Serve anzitutto uno sforzo di creatività per inventare forme di partecipazione, per costruire e poi sperimentare visioni, percorsi unitari e trasversali su obiettivi condivisi, attorno ai quali aggregare consenso ed energie”. Sono 19 pagine, leggetele, non ve ne pentirete [M.P.]

leggi il documento sfogliabile

scarica il documento in formato pdf

Grazie a Cristian Pardossi, che molti comaschi ricorderanno come “regista” del percorso partecipativo ComeVoglioComo, per averci informati di questa bella esperienza di cittadinanza attiva, libera, pensante.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: