No fascismo sul Lario/ interrogazione parlamentare

Sulla manifestazione neofascista di Dongo e Mezzegra annunciata per domenica 2 maggio, è stata presentata una “doppia” interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno. Di seguito il testo dell’interrogazione.

«La Segreteria nazionale dell’ ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) ha pubblicamente  chiesto alle autorità competenti di intervenire per negare l’ autorizzazione ad una manifestazione di estrema destra prevista per il 2 maggio a Dongo; che ogni anno, da anni, a Dongo, in prossimità dell’anniversario della Liberazione e del giorno della fucilazione di Mussolini in località Giulino di Mezzegra, si radunano in forma organizzata centinaia di militanti dell’estrema destra, in divisa di camicie nere, per commemorare con riti e cortei l’esecuzione del Duce e dei Gerarchi;
che questa manifestazione Sì svolge  a Dongo e a Giulino di Mezzegra in quanto  luoghi simbolo del Fascismo;
che i comportamenti dei partecipanti, spesso in divisa squadrista, hanno sempre  espresso  senza equivoci la volontà di propaganda del fascismo; che l’ apologia di Fascismo e la ricostituzione in qualsiasi forma del Partito Fascista contrastano con i principi costituzionali e la legislazione vigente.
Per sapere: se il Ministro sia a conoscenza di quanto ricordato e se intenda assumere iniziative in merito.»

Interrogazione presentata alla Camera da on. Andrea De Maria e on. Chiara Braga e al Senato da sen. Alessandro Ruotolo, sen. Loredana De Petris e sen. Vasco Errani.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: