Como/ Firme per referendum su eutanasia legale

Il 17 giugno è iniziata la raccolta firme per il Referendum sull’Eutanasia Legale con le storie di chi, insieme all’Associazione Luca Coscioni, chiede la libertà di scelta sulla propria vita.

«Il Referendum per l’Eutanasia Legale è stato depositato lo scorso 20 aprile in Corte di Cassazione, alla presenza dei leader dell’Associazione Luca Coscioni, tra cui Marco Cappato, Filomena Gallo, Mina Welby, Marco Perduca e Rocco Berardo, insieme a rappresentanti del Comitato Promotore e ai famigliari di chi ha vissuto da vicino il dramma delle proibizioni sulle scelte di fine vita, come Valeria Imbrogno, compagna di Fabiano Antoniani, i genitori e la sorella di Luca Coscioni – Anna, Rodolfo e Monica.

La raccolta firme è partita lo scorso 17 giugno e punta a raccogliere 500.000 adesioni entro il 30 settembre.
Tavoli in tutta Italia: scopri qui dove firmare. In generale sarà possibile aderire alla campagna anche presso avvocati e notai registrati: il loro ruolo è infatti fondamentale nell’ambito della raccolta firme perché hanno la facoltà di autenticarle, insieme a cancellieri, parlamentari, sindaci, assessori, consiglieri comunali, consiglieri regionali e dipendenti comunali».

Il testo prevede una parziale abrogazione dell’art. 579 del Codice penale (omicidio del consenziente), che impedisce la realizzazione di ciò che comunemente si intende per eutanasia attiva, sul modello olandese o belga. In caso di approvazione, si passerebbe dal modello dell’indisponibilità della vita, sancito dal codice penale del fascismo nel 1930, al principio della disponibilità della vita e dell’autodeterminazione individuale, già introdotto dalla Costituzione, ma che deve essere tradotto in pratica anche per persone che non siano dipendenti da trattamenti di sostegno vitale, per i quali è invece intervenuta la Corte Costituzionale con la sentenza Cappato – Antoniani.

I tavoli in tutta Italia sono promossi e resi possibili da un gruppo di volontari e autenticatori appartenenti a realtà politiche, sociali e associative completamente diverse una dall’altra ma legate dalla volontà di rendere accessibile a tutti i cittadini un diritto al momento negato in Italia. Finora siamo arrivati alla quota di più di 150.000 mila firme raccolte e il traguardo delle 500.00 entro fine settembre non sembra così lontano.

A Como i banchetti sono iniziati il 17 luglio e presenti tutti i sabati e domenica (Tavoli presenti anche a Erba, Lezzeno e altre località si spera a breve).

Le date in città al momento sono:
Luglio: 24 Via Boldoni – 25 Largo Miglio – 31 Largo Miglio
Agosto: 1 – 7 – 8 – 21 – 22 – 28 – 29 tutte in Via Boldoni
Settembre: 5 – 11 – 12 – 19 – 25 – 29 tutte in Via Boldoni
Settembre: 4 – 18 in Largo Miglio

La conferma dei tavoli si trova sul sito di Eutanasia Legale cliccando qui.

E’ anche possibile firmare in Municipio presentandosi con un documento di identità valido, prossimamente ci sarà anche la probabile inclusione della firma tramite SPID o CIE rilasciati dal comitato Eutanasia Legale. [Associazione Luca Coscioni] [Somia El Hariry, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: