28 maggio/ La collezione Ruggero Pini al Museo del paesaggio del Lago di Como

Nel pomeriggio di sabato 28 maggio verrà inaugurata una nuova sezione del Museo del paesaggio del Lago di Como, a Tremezzo (ora Comune di Tremezzina), con una serie di importanti fotografie d’epoca, tra fine Otto e inizio Novecento, provenienti dalla collezione di Ruggero Pini, appassionato studioso dell’immagine del Lario, prematuramente scomparso nel 2020.

Si tratta di un significativo arricchimento del patrimonio del Museo, che già ospita una nutrita selezione di stampe ottocentesche, così che da qui in avanti si potranno mettere a confronto i differenti modelli comunicativi che sono a fondamento della fortuna iconografica del Lario: quello fondato sull’interpretazione “manuale” del paesaggio e quello invece originato dal mezzo fotografico.

Le quasi 40 fotografie esposte provenienti dalla collezione Pini presentano immagini paesaggistiche (quasi tutte riprese in campo lungo) delle sponde del Lago di Como, e soprattutto di quelle del Centro Lago, zona privilegiata dal Museo, ma anche zona d’origine di Ruggero Pini.

L’inaugurazione di sabato al Museo del paesaggio del Lago di Como è riservata alle persone munite di invito (per limiti di capienza), ma ecoinformazioni ne curerà la diretta streaming su facebook. La collezione di fotografie resterà poi stabilmente esposta nel Museo (via Regina 22, in località Tremezzo, comune di Tremezzina), che merita sicuramente una visita approfondita.

[Nell’immagine di copertina, una veduta del Centro Lago, con l’Isola Comacina e il Dosso di Lavedo, e – sullo sfondo – la punta di Bellagio, scattata dalla ditta Brogi di Firenze]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: