Arte&Arte

Arte&Arte: un nuovo spazio artistico a Como

ArteeArte-01-LR

Grande concorso di pubblico, nella serata di venerdì 22 gennaio 2016, per l’inaugurazione del nuovo spazio di Arte&Arte in via Piadeni 5 a Como. L’associazione culturale Arte&Arte, ufficialmente fondata a Como nel 1994, che organizza da ancora più anni la fortunata rassegna Miniartextil, mette a disposizione della città un nuovo ambiente che si propone di accogliere tutti i tipi di arte.

Ovviamente, data la grande esperienza accumulata negli anni, la prima “uscita” pubblica è dedicata a opere che in si ricollegano a Miniartextil: venerdì è stata infatti inaugurata la personale dell’artista tedesco Jens J. Meyer, già protagonista all’edizione 2008-2009 della mostra di fiber art internazionale contemporanea. Al centro dell’ampio salone della “galleria” campeggia infatti un’opera appositamente realizzata per Como; all’opera è dedicato il primo dei Quaderni di Arte&Arte («Non un catalogo, non un libro – tengono a precisare gli organizzatori -, ma un quaderno: una scelta precisa che rimanda a note, disegni, frasi e spunti di riflessione; come un carnet de voyage che, con immagini e parole, racconta e ferma nel tempo un’opera d’arte contemporanea spesso effimera»).

L’opera, il cui apprezzamento è stato un po’ sacrificato dalla molta gente accorsa all’inaugurazione, sarà visibile fino al 13 marzo prossimo, accompagnata da una fitta serie di occasioni culturali: concerti e spettacoli. Ad Arte&Arte ci si può associare e in questo modo guadagnare anche ingressi ridotti agli spettacoli.

[Fabio Cani, ecoinformazioni]

22-23 gennaio/ Inaugurazione Spazio Arte&Arte

inaugurazione arte&arte«Un luogo dove la cultura possa trovare modo di esprimersi a 360 gradi», apertura venerdì 22 gennaio alle 18 in via Piadeni 5 a Como, con una mostra di Sarà Jens J. Meyer, già ospite dell’edizione 2009 de Miniartextil Cosmo / E lucean le stelle. Sabato 23 gennaio alle 15, I sogni fan luce, spettacolo teatrale per bambini dai 7 agli 11 anni, scritto da Francesca Marchegiano con Elena Gaffuri, attrice e traduttrice, in collaborazione con Coop AttivaMente, «un percorso per riscoprire insieme l’importanza dei sogni e il coraggio per seguirli»; alle 18, Sweet Dreams, video musicale per la rassegna I Dreaming a cura di Marco Pepe e Lake Como Film Festival; alle 21, concerto di chitarra con Diego Autelitano.

Gea – Miniartextil 2014

gea miniartextil 2014Nuova edizione di Miniartextil dedicata alla terra, a cura di Luciano Caramel, a Villa Olmo, in via Cantoni 1 a Como e Villa Carlotta, in via Regina 2 a Tremezzo, inaugurazione sabato 5 aprile alle 17 a Villa Olmo, apertura fino a lunedì 2 giugno, dal martedì alla domenica dalle 11 alle 19, giovedì dalle 11 alle 23 (ultimo ingresso alle 22), lunedì chiuso.

 

«Il tema scelto per Miniartextil 2014 è Gea. A pochi mesi da Expo 2015 a Milano, Arte&Arte ha voluto dedicare la 24° edizione della manifestazione alla Terra – spiega un comunicato –. Una visione positiva di valorizzazione dei suoi prodotti, delle sue ricchezze, delle diverse forme di vita che la abitano, poiché nessuna evoluzione è possibile se non si basa su un senso di connessione profonda con tutti gli esseri viventi e con il pianeta che ci ospita».

«L’Onu ha dichiarato il 2014 anno dell’agricoltura familiare – prosegue e spiega lo scritto –: lo consideriamo uno dei molteplici punti di partenza per un ritorno alle radici, anche metaforico, er un ritorno alle radici, anche metaforico, per raccogliere l’essenza della vita, della creatività e dell’arte. Un terreno fertile da proteggere e curare quale dono per il futuro nostro e delle prossime generazioni. Gea, dea primordiale, potenza divina della Terra, secondo la cosmogonia greca prima divinità sorta dal caos è madre terra (grande madre), elemento femminile fecondo, terra che concepisce e prolifera, da cui hanno origine il cielo, le montagne e i mari. Secondo la Teogonia di Esiodo la terra (Gaia) partorì tutti gli dei, i quali imitarono questa prima ierogamia, poi gli uomini e gli animali. Gea intesa come luogo dove si genera e si mantiene la vita grazie ai cicli delle stagioni, all’alternanza continua tra vita e morte, generazione e distruzione. Madre di tutti gli dei e degli uomini, substrato in cui il seme può mettere le sue radici e il germoglio può crescere. La terra rappresenta la funzione materna: Tellus Mater. Prostrandosi al suolo Giobbe esclama: “Nudo uscii dal ventre di mia madre e nudo là ritornerò”, assimilando la terra madre al grembo materno. Alcune tribù africane hanno l’uso di mangiare la Terra quale simbolo di identificazione. Il sacrificatore assaggia la terra, la donna incinta la mangia. Dalla terra mangiata nasce il fuoco: si dice quindi che “il ventre si accende”. In Giappone si crede che la Terra sia trasportata da un pesce enorme, in India da una tartaruga; presso gli Amerindi da un serpente, in Egitto da uno scarabeo; nel Sud-Est asiatico da un elefante. I terremoti si spiegano con i movimenti improvvisi di questi animali, che corrispondono a diverse fasi dell’evoluzione. Nell’arte classica Gea veniva rappresentata in due modi: nelle decorazioni vasali ateniesi veniva ritratta come una donna dall’aspetto matronale nell’atto di uscir fuori dall’elemento che essa stessa personificava, dalla terra: così la vediamo ritratta in un rilievo, che la raffigura nell’atto di consegnare ad Atena il piccolo Erittonio, da lei generato, e nella Gigantomachia dell’ara pergamena. Nei mosaici di epoca successiva appare come una donna che si sta stendendo a terra, circondata da un gruppo di Carpi, divinità infantili che simboleggiano i frutti della terra».

«Le Nazioni Unite celebrano ogni anno, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile, la Giornata della Terra (Earth Day) – termina la presentazione –. La celebrazione coinvolge ad oggi 175 paesi».

A Villa Carlotta a Tremezzo sarà esposta una installazione nel parco botanico, e inoltre: «Miniartextil è un evento a 360° che propone una serie di appuntamenti collaterali alla mostra: cinema, musica, poesia, conferenze, laboratori didattici e visite guidate».

Ingresso 7 euro, 5 per over 65 anni e studenti fino alle superiori, gratis fino a 10 anni, visite guidate a Villa Olmo in italiano, inglese e francese, per i gruppi su prenotazione, 5 euro visita guidata singolo, 30 euro visita guidata gruppo (max 10 persone), 50 euro visita guidate in lingua straniera (max 10 persone).

Per informazioni Internet http://www.miniartextil.it. [md, ecoinformazioni]

Agorà 2012 miniartextil

Sabato 6 ottobre alle 17 inaugurazione a Villa Olmo in via Cantoni 1 a Como della 22ª edizione della rassegna di arte tessile contemporanea ideata e organizzata all’Associazione culturale Arte&Arte di Como, curata da Luciano Caramel, inserita nella programmazione dell’8ª edizione della Giornata del Contemporaneo, sabato 6 ottobre, di Amaci: «Il punto di riferimento nel panorama artistico contemporaneo internazionale della Fiber Art». Apertura al pubblico fino al 18 novembre da martedì a venerdì dalle 14 alle 19, sabato e domenica dalle 11 alle 19 (la biglietteria chiude un’ora prima), lunedì chiuso. Aperta giovedì 1 novembre. A Villa Carlotta, in via Regina 2 a Tremezzo, tutti i giorni dalle 9 alle 18 (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: