Itc Plinio Como

L’albero della memoria

 «I magistrati del pool hanno aperto gli occhi della gente, io oggi sono qui per tenerveli aperti». Così Maria Falcone, sorella del giudice palermitano Giovanni ucciso il 23 maggio 1992, assieme alla moglie Francesca Morvillo e agli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Sabato 5 marzo 2011 sul lungo lago di Como gli studenti e gli insegnanti dell’ITC Caio Plinio, assieme ai rappresentanti sindacali della Cisl, hanno voluto dare un segnale forte di impegno antimafia, piantando un nuovo albero della memoria, dopo che quello presente nel giardino dell’istituto tecnico comasco è stato danneggiato nella notte del 19 giugno 2010. (altro…)

Contro le mafie l’Albero della memoria

Sabato 5 marzo alle 10 a Como, ai Giardini del lungo lago, alle spalle del monumento alla Resistenza europea, sarà piantato con Maria Falcone l’Albero della memoria, per non dimenticare la strage di Capaci e per riflettere sull’eredità lasciata da Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani, agenti della Polizia di Stato. A seguire, la sorella del magistrato incontrerà gli studenti e terrà una lezione di passione civile all’Itc Caio Plinio. Leggi il volantino. (altro…)

Liberi dalla mafia

Più di quattrocento persone, in prevalenza studenti, al convegno Liberi dalla mafia, noi protagonisti del cambiamento organizzato dall’I.T.C. Caio Plinio Secondo, che si è tenuto sabato 17 aprile al politecnico di Como. Numerosi i relatori, tra i quali anche Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso dalla mafia e la  proiezione di filmati sul viaggio in Sicilia dei ragazzi del Caio Plinio, sulla simulazione di un processo antimafia al tribunale di Como e la manifestazione del 22 marzo per le vie della città.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: