Parada par tücc/ Un allegro e partecipato “risveglio”

Logo2014-01Le parole d’ordine della giornata di sabato 31 maggio sono state: colori, musica, allegria e partecipazione. Quest’anno la Parada par tücc, evento ormai diventato un appuntamento tradizionale nella città di Como, ha raggiunto la sua VI edizione. E’ una sfilata cittadina, positivamente fuori dal comune, che coinvolge grandi e piccini, associazioni, gruppi informali e organizzazioni di volontariato, fondato sui valori della gratuità e dell’ecologia, che prende vita da una serie di laboratori artistici gratuiti offerti alla cittadinanza a partire dal mese di marzo/aprile. Ogni anno richiama un numero sempre maggiore di partecipanti coinvolti attivamente nel corteo, quest’anno ben 800, molti di più dell’anno scorso. Numerosissimi i laboratori (quest’anno sono stati più di 30) che quest’anno avevano il compito di rappresentare i quattro elementi naturali, ed esprimerli nei modi più diversi, dai costumi al trucco, alle performance. Ma nel tema della Parada c’è un quinto elemento, ovvero la somma degli altri quattro, che trova espressione nell’energia, nell’anima della Parada par tücc, a cui ognuno dà il suo contributo. È stata promossa da Assocazione par tücc, Csv (Centro servizi per il volontariato), con la collaborazione di BeCOMe e del Comune di Como. [Guarda anche le foto di Fabio Cani]

Alle 13.30 i paradisti si sono ritrovati in piazza Verdi per truccarsi, abbigliarsi e dare un assaggio di performance ai primi curiosi, fotografi e passanti arrivati sul posto. Un conto alla rovescia alle 15.30 ha dato il via alla sfilata dei laboratori che sono usciti da un grande sipario bianco, predisposto dal gruppo di scenografia, di fronte al Teatro sociale, e che ha attraversato le vie della città murata, passando per via Maestri Comacini, via Vittorio Emanuele, per poi proseguire in via Giovio, via Carducci, via Mentana e via XX settembre per raggiungere via Milano. Qui, subito prima di entrare in Piazza Vittoria, dopo lo scoppio di due colpi di cannone(di carta)è calato il silenzio: una sorpresa studiata dagli organizzatori per cogliere di sorpresa i presenti. Da due alti balconi affacciati sulla folla tre cantanti lirici hanno intonato la canzone “Volare” di Domenico Modugno, a cui poi si sono sommate le voci di tutti i paradisti all’altezza nel ritornello. Arrivati in Piazza S.Fedele attraverso le vie Cesare Cantù, Rovelli e Natta, i paradisti si sono esibiti nel secondo “momento +1”, ovvero la possibilità per ogni laboratorio di esprimere la propria concezione del quinto elemento, al centro della Piazza dove sul pavimento era stato creato un grande cerchio di carta colorata. Il terzo “momento +1” è stato in Piazza Duomo, dove il corteo si è fermato, cogliendo l’occasione di coinvolgere le persone nell’ondata di vitalità ed energia, offrendo performance di Capoeira, danza afro, swing, ukulele,break dance, hula hop, tip-tap…insomma, ce n’era davvero per tutti i gusti (clicca qui per vedere l’elenco completo dei laboratori della Parada). Arrivati in Piazza Cavour i gruppi sono stati accolti dal concerto del gruppo Musica spiccia, diretto dall’energica Giulia Cavicchioni. Dalle ore 20 in poi sono seguiti i concerti del coro GAP don Guanella e dei Rezophonic. Sono stati ringraziati tutti gli organizzatori e i maestri che si sono offerti volontariamente e gratuitamente a rendere la Parada par tücc realizzabile.  Anche quest’anno la Parada ha fatto parlare di sé: c’è chi l’ha criticata, chi non l’aveva mai vista prima, che non conosceva cos’era ma l’ha apprezzata. Un’iniziativa pensata per “risvegliare la città e renderla parte di uno spettacolo, non spettatrice ma protagonista”. Credo che iniziative come queste dovrebbero esserci più volte l’anno a Como, così che la cittadinanza si sensibilizzi sempre più a partecipare attivamente per rendere la propria città più solidale, e più “bella”.  (clicca qui per vedere ulteriori foto della Parada) [Clara Chiavoloni, ecoinformazioni]

Le ultime prove poco prima dell'inizio della sfilata
Le ultime prove poco prima dell’inizio della sfilata

         

Bolle di sapone per tutti
Bolle di sapone artigianali
I mezzi di trasporto ecologici, con tanto di autista, messi a disposizione da BeCOMe
Uno dei mezzi di trasporto ecologici, con tanto di autista personale, messi a disposizione da BeCOMe

Presente nel corteo anche Legambiente

I bambini coinvolti nella creatività della sfilata
I bambini coinvolti nella creatività della sfilata

 

I cantanti lirici
I cantanti lirici

 

L’Associazione sportiva dilettantistica capoeira Angola Center durante una loro performance

   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: