Giorno: 30 Settembre 2014

5 ottobre/ Apre il km_c

kmconoscenza_bnSi potrà percorrere l’intero percorso del Chilometro della conoscenza da Villa Olmo a Villa Sucota, passando attraverso Villa del Grumello» domenica 5 ottobre dalle 10 alle 17 (in caso maltempo tutto rinviato al 12).

«Chiuso l’accordo con le Canossiane, è stato, infatti, realizzato il ponticello ciclo-pedonale che collega il parco di Villa Olmo con Villa del Grumello, così come si è conclusa la messa in sicurezza dell’area delle serre di Villa Olmo ed è stata ultimata l’apertura del nuovo accesso da via Caronti, accesso che consentirà un collegamento ai parchi anche dal quartiere di via Bignanico – spiega un comunicato –. Sarà un’occasione per ammirare uno dei tratti più pregiati e ricchi di fascino della sponda occidentale del primo bacino del lago di Como, un paesaggio unico, arricchito da un patrimonio artistico e culturale di rara bellezza».

«Dopo Villa Olmo, che ospita la mostra Ritratti di città, si potrà proseguire per visitare il Museo del tessuto della Fondazione Antonio Ratti, le mostre e le esposizioni proposte nelle Ville, esplorare i magnifici giardini e le serre di inizio Novecento del Grumello – allestite per l’occasione da Emilio Trabella della Società Ortofloricola Comense – accompagnati lungo il percorso da animazioni nella natura e momenti musicali, a cura del Teatro Sociale – prosegue la nota –. Un’opportunità anche per meglio conoscere l’attività del Centro Volta, della Scuola di cinema Dreamers e dell’Accademia Galli, ospitate all’interno del km_c, ma anche per diventarne i protagonisti inviando le proprie foto dell’evento all’indirizzo facebook.com/chilometrodellaconoscenza».

Ma cosa è il km_c?: «Uno scrigno che contiene luoghi, realtà culturali, scientifiche e produttive ed eventi di respiro internazionale, che si apre alla cittadinanza, proponendosi come polo culturale eccellente, proiettato verso Expo2015 con l’obiettivo di accrescere l’attrattività del territorio, ma anche di mettere a disposizione dello stesso una risorsa infrastrutturale e di contenuti di alto livello», un ambito «promosso e sostenuto dalla Camera di commercio di Como in collaborazione con Comune di Como, Provincia di Como, Associazione Villa del Grumello e Fondazione Antonio Ratti, realizzato anche con il contributo di Fondazione Cariplo e delle risorse europee nell’ambito del Programma operativo regionale Fesr 2007-2013, che ha finanziato il Progetto integrato dell’area Ecolarius. Diffondere la cultura dell’ambiente e del paesaggio tra lago e montagna, coordinato dalla Provincia di Como, che è l’ente capofila, con l’obiettivo di salvaguardare e valorizzare il patrimonio culturale e ambientale in vista di uno sviluppo coordinato, armonioso e sostenibile».

In futuro, «dai prossimi mesi» si specifica, «sarà possibile visitare il km_c in modo più assiduo, grazie alla definizione degli orari di apertura al pubblico dello stesso, orari che dovranno necessariamente tener conto delle limitazioni dovute agli eventi non accessibili al pubblico organizzati all’interno di alcune delle sue strutture». Per ora: «Per quanto riguarda il parco di Villa Olmo e l’apertura del cancello di via Caronti, gli orari sono i seguenti: dal 1 ottobre al 31 marzo dalle 8 alle 19, dal 1 aprile al 30 settembre dalle 8 alle 23».

Per informazioni Internet www.chilometrodellaconoscenza.it. [md, ecoinformazioni]

Consegnata in Regione la perizia per le paratie

facciatapalazzocernezziIl Comune di Como ha portato al Pirellone gli incartamenti della nuova variante che verranno valutati dai tecnici regionali. Servono 1,8 milioni in più.

«Il richiamo di Regione Lombardia al rispetto dei tempi ha avuto i suoi effetti. Il Comune di Como ha infatti consegnato ai miei Uffici la documentazione della perizia di variante del progetto per la messa in sicurezza idraulica della città – afferma soddisfatta Viviana Beccalossi, assessora regionale lombarda al Territorio, urbanistica e difesa del suolo – Oggi si chiude una fase difficile che si è prolungata per troppo tempo. La perizia di variante, composta da oltre 300 tavole, è un documento complesso, che Regione Lombardia dovrà esaminare con la massima attenzione a tutti i gradi di verifica».

Una verifica tecnica, economica e giuridica della variante rispetto agli accordi del settembre 2013 e la coerenza con le procedure degli appalti.

«L’impegno di Regione Lombardia – spiegano da Milano – è quello di procedere contemporaneamente a tutti i controlli previsti in fase di istruttoria preliminare affidata all’Assessorato al territorio, prima della consegna dei documenti al Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici, che ne dovrà certificare il via libera definitivo».

«Pur sapendo che i cittadini di Como sono, a ragione, impazienti di vedere chiusa questa vicenda, va detto che i controlli non possono essere svolti in pochi giorni, soprattutto visti i tempi che il Comune ha impiegato per predisporre la variante – fa un affondo l’assessora –. Non sarebbe un’istruttoria seria. Si può però stimare che, entro la metà di novembre, completeremo il nostro lavoro e, se, come tutti auspichiamo, il progetto verrà approvato, riconsegneremo al Comune la titolarità per riattivare il cantiere».

«Il lavoro è chiuso, abbiamo rispettato il termine del 30 settembre e tutti gli elaborati della perizia (387, ndr) sono stati consegnati – aggiunge il sindaco di Como Mario Lucini –. È stato fatto uno studio serio ed accurato, l’impostazione generale è stata condivisa fin dall’inizio con gli uffici regionali e pertanto confidiamo che l’esito della verifica sia positivo. Rispetto a quanto era stato previsto dallo studio di fattibilità e il cui livello progettuale, per sua natura, è da assoggettare a debiti approfondimenti, il computo complessivo porta ad una differenza di un milione e 800mila euro».

«Si tratta di una differenza legata essenzialmente all’esito degli approfondimenti geologici e geotecnici e ai sondaggi che sono stati effettuati e che hanno portato a dover incrementare le opere di fondazioni speciali (pali e palancole) e quelle finalizzate al presidio sismico – conclude Lucini –. Regione, naturalmente, è già al corrente e insieme ragioneremo su come chiudere e individuare le risorse necessarie». [md, ecoinformazioni]

Sel e Paco-Sel/ Giornata della memoria e dell’accoglienza

sangue nostrumAnche Sel e Paco-Sel parteciperanno alla manifestazione di venerdì 3 ottobre in piazza Duomo dalle 17 per la prima Giornata della memoria e del ricordo delle vittime uccise da chi sta trasformando per pregiudizi egoismi e strumentalizzazioni politiche il mare nostrum in un lago di sangue. Lo hanno comunicato il coordinatore provinciale di Sel Marco Lorenzini e i portavoce di Paco-Sel.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: