Approvato il Regolamento per la partecipazione

COMO COMUNEPalazzo Cernezzi cerca di stimolare i cittadini e riduce l’orario delle sale gioco per contrastare le ludopatie. Inizia la discussione sulle alienazioni: via Binda fa discutere.

 

Preliminari

Nelle preliminari al Consiglio comunale di Como di lunedì 2 febbraio Andrea Luppi, Pd, ha ricordato la legge regionale approvata per impedire la costruzione di moschee che complicherà la vita alle amministrazioni comunali, «un modo pasticciato e demagogico di operare a livello legislativo» (l’intervento), mentre Alessandro Rapinese, Adesso Como, ha portato in aula il caso di un dipendente comunale trasferito dalla Biblioteca al Campo Coni.

 

Partecipazione

Dopo un minuto di raccoglimento in ricordo dell’ex consigliere Nicola Belcastro, chiesto da Vincenzo Sapere, Paco-Sel, La discussione è ripresa, dopo gli emendamenti, con le dichiarazioni di voto sulla delibera Regolamento per le pratiche partecipative. «Da una parte è importante e utile, ma le assemblee di quartiere sono votate all’insuccesso, quelle tematiche probabilmente riusciranno meglio» ha affermato Anna Veronelli, Fi, dichiarando la propria astensione sul provvedimento, mentre si è dichiarato contrario Marco Butti, Gruppo misto, «ci sono troppe incongruenze, troppe criticità, no convince il numero dei componenti, come gruppo siamo contrari a questa suddivisione per zone», seguito da Rapinese «sono solo di consultazione, se la gente deve partecipare, deve poter decidere», «si capisce poco chissà se servirà a qualcosa?» ha concluso Giampiero Ajani, Lega Nord. A favore con la maggioranza, che ha approvato la delibera, Roberta Marzorati, Per Como, Luca Ceruti, M5s, Ada Mantovani, Adesso Como.

 

Alienazioni

Come secondo argomento l’assessore al Patrimonio Marcello Iantorno ha presentato il nuovo Piano delle alienazioni. Un documento rivisto rispetto al precedente, dati alcuni insuccessi nelle vendite, con i conseguenti abbassamenti, «si sta svendendo» ha attaccato Laura Bordoli, Ncd, in cui è presente la vendita della ex scuola di via Binda. Una struttura, di un po’ meno di 4mila metri cubi che verrà abbattuta per la costruzione di appartamenti per una trentina di famiglie per 15mila (ma forse verranno abbassati a 10mila) metri quadri. Una operazione che ha fatto discutere molto con le opposizioni sul piede di guerra. «Già con la passata amministrazione avevo fatto una grande battaglia per via Binda – ha ricordato Marzorati – eravamo riusciti a farla togliere dal piano delle alienazioni e proposta di usarla come verde pubblico attrezzato per Garzola, che non ne ha. Del verde pubblico sostenibile economicamente, tanto che avevo preso contati per un parco avventura». «Per l’approvazione del Pgt avete detto basta cemento e ora si passa a 15mila metri cubi?» ha incalzata Rapinese, mentre Veronelli ha ricordato la lettera inviata al sindaco da diverse associazioni ambientaliste contro l’alienazione. «Se fossimo rimasti col vecchio Piano regolatore ci troveremmo con 567mila metri cubi in più – ha replicato l’assessore all’Urbanistica Lorenzo Spallino –, mentre prima si prevedeva lì edilizia libera, ora c’è edilizia convenzionata». «Non è una operazione di cassa – ha aggiunto Iantorno -, ma una scelta di tipo urbano».

Presentate delle proposte di modifica la discussione è stata quindi rimandata alla prossima seduta, per ottenere il parere degli uffici.

 

No slot

Ceruti ha così presentato una mozione per la limitazione degli orari di apertura delle sale giochi per cercare di limitare il fenomeno delle ludopatie, «siamo la seconda provincia in Lombardia per incidenza» ha ricordato. L’assessore Frisoni ha suggerito di utilizzare anche altri metodi più incisivi per dare indirizzo alla Giunta su questo argomento. Tutti hanno poi votato a favore della proposta (eccetto il sindaco astenuto come da prassi per le mozioni che lo impegnano in prima persona) e la seduta è stata sciolta. [Michele Donegana, ecoinformazioni]

1 thought on “Approvato il Regolamento per la partecipazione

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: