Planisfero tattile/ studenti Setificio

IMG_20150221_102650576_HDRIl giorno 21 febbraio, in coincidenza con la Giornata mondiale della difesa dell’identità linguistica, promossa dall’Unesco, ricorre l’ottava giornata nazionale del Braille, codice di letto- scrittura ideato da Louis Braille, figura di spicco della prima metà dell’800, poiché egli ha permesso alle persone non vedenti l’accesso ad una cultura che fino a quel momento era ad essi preclusa. La sezione di Como dell’Unione Ciechi e Ipovedenti ha scelto di celebrare questa giornata puntando sulla creativitá, proprio quella che ha fatto di Braille un inventore. Infatti, i protagonisti della mattinata sono stati gli studenti della classe 4° dell’istituto Paolo Carcano (Setificio) di Como che hanno presentato il “planisfero tattile”, vere e proprie carte geografiche sensoriali, che permettono alle mani di cogliere confini e peculiarità del territorio. I ragazzi hanno potuto affrontare questa ricerca durante le ore di lezione di disegno grafico, un’esperienza – a detta loro- nuova perché non puramente estetica e tridimensionale. Sorprende che l’esigenza di tale progetto non sia nata su un bisogno specifico, ma sull’onda dell’entusiasmo di due professoresse: Patrizia Bosoni e Daniela Lanzi, che hanno voluto dare la possibilità ai loro studenti di mettersi in gioco, utilizzando competenze tecniche e una nuova sensibilitá, acquisita attraverso l’incontro con specialisti e persone non vedenti. Le insegnanti hanno potuto seguire un corso promosso dall’Unione nel 2013, con tema: il libro tattile didattico, tenuto da Elena Zorzit. Questo circolo virtuoso della conoscenza ha permesso il passaggio dall’idea al prodotto finale. Le persone presenti hanno colto l’alto valore culturale e hanno dimostrato riconoscenza verso i ragazzi, auspicando che tale prezioso lavoro non rimanga chiuso in un cassetto, ma venga invece condiviso e diffuso come buona pratica dell’educare. Durante questa occasione il planisfero è stato donato all’UICI ed ora è disponibile per il prestito. [Barbara Rizzi, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: