Mercatone uno: l’azienda tenta di ritirare le merci, i lavoratori resistono

mercatoneUno

Intorno alle 14 di lunedì 23 marzo – comunica la Cgil –  un camion  dell’azienda ha iniziato a ritirare le merci dal punto vendita di Tavernerio per procedere a una chiusura anticipata. Sul posto, lavoratori e sindacati hanno evitare l’operazione. Alle 19 lo sciopero si è concluso. Riprenderà martedì e mercoledì al mattino dalle 11,30 alle 12,30 e nelle prime 2 ore pomeridiane dalle 15,30 alle 17,30. Giovedì è in programma l’assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici per decedere come continuare la mobilitazione.

Nella giornata di domenica 22 marzo il punto vendita Mercatone Uno di Tavernerio è rimasto chiuso per lo sciopero, cominciato ieri. Il presidio è concluso: la mobilitazione continuerà attraverso scioperi a singhiozzo fino al primo aprile, data in cui sarà discusso a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) la situazione di crisi del Gruppo Mercatone Uno.

Il punto vendita occupa 32 dipendenti e tre associati. La decisione della protesta è stata presa a seguito degli ultimi sviluppi della vertenza ,con la decisione aziendale di procedere ad una svendita delle merci per poi procedere alla chiusura di una serie di punti vendita, tra cui quello di Tavernerio, e a fronte delle situazioni pregresse come il mancato pagamento delle retribuzioni, l’ assenza di riscaldamento nel luogo di lavoro e il mancato rispetto accordo nazionale sul contratto di solidarietà.

Per gli aggiornamenti vedi la pagina fb di solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: