Il punto cottura scotta Palazzo Cernezzi

comunecomoApprovato nelle prime ore del 1 dicembre, con un gruppo di genitori che protestavano a Palazzo Cernezzi per la scelta del Punto unico di cottura con uno striscione “Un paese civile investe in cultura, Como in cottura”, l’assestamento di Bilancio del Comune di Como. Un’approvazione sofferta per la maggioranza di centrosinistra che ha evidenziato profonde divergenze di valutazione tra i diversi gruppi che la compongono con distinguo, astensioni e interventi in aula di consiglieri e consigliere che hanno evidenziato l’assoluta contrarietà  proprio al finanziamento della “razionalizzazione” del servizio di refezione e scolastica contro il quale sono state anche raccolte duemila firme di genitori. La maggioranza supera l’empasse con l’approvazione di un Ordine del giorno che invita Sindaco e Giunta a ripensare, rivalutare e ridiscutere con la città la scelta appena inserita in Bilancio. Presto on line l’articolo di Michele Donegana.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: