Cicloattivi/ Gli autobus non rinuncino alle bici


biciamocomo-a-ruota-liberacittà possibile

 

Le associazioni Fiab Como Biciamo, Como a Ruota libera, Città possibile, chiedono ad Asf di modificare i regolamenti per l’accesso delle bici pieghevoli sugli autobus.

«Le associazioni  Fiab Como Biciamo, Como A ruota libera, La città possibile Como dopo aver appreso, a mezzo stampa, della spiacevole esperienza occorsa ad un utente dei mezzi di trasporto pubblico, al quale è stato negato l’accesso al bus con la propria bici pieghevole sulla linea C40, peraltro unica alternativa in concomitanza ad una soppressione di un treno, chiedono un intervento risolutivo da parte della società che in provincia di Como gestisce il trasporto pubblico.

In base al racconto riportato dal quotidiano locale, infatti, parrebbe che l’autista del bus abbia “soltanto applicato i regolamenti” forse – a nostro giudizio – in modo un po’ troppo restrittivo. Sui treni, infatti, la bicicletta pieghevole è considerata un bagaglio a mano, in quanto occupa veramente poco spazio.

Crediamo non siano episodi da sottovalutare e lasciar correre. L’intermodalità su Como e provincia deve poter essere applicabile, lo consideriamo un presupposto fondamentale affinché sia possibile invertire la rotta e agevolare qualsiasi  spostamento alternativo all’auto, in favore della mobilità leggera e del trasporto pubblico». [Fiab Como Biciamo, Como A ruota libera, La città possibile Como]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: