Al Terragni I Diritti umani fanno scuola

Non sappiamo se l’invalsi ne terrà conto in uno dei suoi infiniti inqualificabili test con i quali maldestramente si cerca di creare graduatorie tra scuole e insegnanti.. Disperiamo che il resto della stampa ne darà conto perché troppo presa dalla cronaca nera,  dalla politica nera e a giustificare l’attacco ai Diritti umani quotidiano nella nostra provincia, ben testimoniato dalla vergognosa realtà di un muro contro i migranti all’autosilo Val Mulini di Como da qualche giorno non solo monumento all’incapacità delle amministrazioni comunali di rendere utilizzabile un autosilo  (unico vuoto in Europa) ma anche alla capacità di sperperare con grande velocità ingenti somme di denaro pubblico per gli spot elettorali della Lega. 

Invece il 16 dicembre al Terragni la Giornata dei Diritti umani ha illuminato per un giorno (ma il Terragni persegue l’obbiettivo anche negli altri) la capacità della scuola di essere innovativa, aperta, varia, formativa, solidale, inclusiva, moderna, democratica. Una scuola capace di svolgere degnamente il compito che la Costituzione le affida. A rendere possibile il “miracolo”, che si ripete ogni anno,  tutta la scuola i lavoratori e le lavoratrici del Terragni presidi in testa (il plurale è motivato dalla presenza nella Giornata non solo del preside reggente Cosimo Capogrosso ma anche di  Luigi Villa, amatissimo dirigente “emerito” della scuola). A dare corpo alla straordinaria offerta culturale fornita a tutti gli allievi e a tutte le allieve sono stati le e gli attiviste/i di una quarantina di associazioni che hanno insegnato i Diritti umani semplicemente illustrando la loro attività. Tutti contenti  (salvo forse una docente che è sembrata insofferente al messaggio antimilitarista e di Pace). Ciliegina sulla torta: per la cooperativa Chance sono stati raccolti tra docenti e studenti circa 500 euro che saranno trasformati in opportunità culturale per giovani immigrate.  [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: