cantù-rugiada.jpg
La lista civica Cantù Rugiada esprime il proprio disaccordo rispetto alla decisione presa lunedì 11 dicembre in sede consiliare al Comune di Cantù e relativa all’uscita della città dal Coordinamento comasco per la Pace. Di seguito il comunicato:

Fin dalla nostra nascita come lista civica, abbiamo sempre ritenuto la cultura una delle colonne portanti necessarie per formare un cittadino consapevole e critico, un cittadino che sappia dare del suo vivere quotidiano un contributo attivo alla propria città.

Partendo da questo assunto e dalla considerazione che, in un momento storico come quello attuale, sia sempre più importante dare spazio a luoghi e occasioni di confronto, il nostro Comune ha però deciso di fare un passo in una direzione che non condividiamo, avanzando la proposta di uscire dal Coordinamento comasco per la Pace.

Molti di noi in passato hanno avuto la fortuna di partecipare ai numerosi progetti proposti da questo ente sul nostro territorio, progetti che hanno coinvolto in maniera attiva  – ogni anno – decine di ragazzi in momenti di crescita e formazione; non comprendiamo quindi la scelta di privare di questa opportunità i nostri giovani e i nostri concittadini, banalizzando il tutto in nome di un risparmio irrisorio all’interno del bilancio comunale.

Se la volontà è quella di dare un prezzo al nostro senso civico, crediamo che siano ben altri gli interventi da attuare.

Per questo motivo, usando lo hashtag #cantuforpeace, chiediamo a tutti coloro che hanno in passato preso parte a una delle iniziative promosse dal Coordinamento o che credono che Cantù debba rimanere all’interno di questo contesto, facendosi portatrice attiva di un nuovo modo di vivere in maniera attiva la propria cittadinanza, di esprimere il loro dissenso. [Lista civica Cantù Rugiada]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: