Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

5 giugno – 5 luglio/ Creare una comunità alternativa alle mafie

547078_4413705100278_1123158787_n

Martedì 5 giugno prenderà il via alla Biblioteca comunale di Como (piazzetta Venosto Lucati) il nuovo ciclo di incontri pubblici nell’ambito del progetto “Creare una comunità alternativa alle mafie. Sostegno alle vittime della criminalità organizzata”.


L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Avviso Pubblico – Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, rientra nell’accordo di collaborazione sottoscritto dal comune di Como con regione Lombardia per la realizzazione di interventi di assistenza e aiuto alle vittime dei reati di stampo mafioso e della criminalità organizzata.

Si comincia  martedì 5 giugno, dalle 14 alle 18 alla Biblioteca comunale di Como con il convegno/dibattito Il contrasto al gioco d’azzardo e le infiltrazioni mafiose nel circuito legale ed illegale.
Interverranno: Franco Mirabelli, senatore, già membro della Commissione bicamerale antimafia e primo firmatario del Disegno di legge Disposizioni in materia di riordino dei giochi; Giulia Migneco, autrice del libro Lose for life. Come salvare un Paese in overdose da gioco d’azzardo? (ed.Altreconomia, 2017); Andrea Bosi,  assessore alla legalità del comune di Modena.

Di seguito il programma dei successivi incontri:
Martedì 12 giugno, dalle 14 alle 18
Storie di resistenza alle mafie
Interviene il testimone di giustizia sul racket in Calabria Gaetano Saffioti insieme a Giuseppe Baldessarro, giornalista di Repubblica.

Martedì 19 giugno, 9. – 13
Giovani, educazione e mafie
Intervengono Danilo Chirico, autore del libro Under. Giovani, Mafie e periferie (ed. Perrone, collana Le nuove onde, 2017), e Davide Mattiello, ex deputato, relatore del 416 ter (Nuovo codice antimafia) e fondatore di Acmos (associazione con laboratori didattici sulla legalità in due beni confiscati in provincia di Torino).

Mercoledì 27 giugno, 14-18
La gestione dei beni confiscati
Intervengono Lucio Guarino segretario generale dei comuni di Villabate e Corleone (sciolti per infiltrazioni mafiose) e direttore del consorzio Sviluppo e legalità che gestisce beni confiscati per otto comuni in provincia di Palermo; Giuseppe Giuffrida, referente di Libera Lombardia per i beni confiscati.

Giovedì 5 luglio, 14-18
Appalti e protocolli di legalità
Intervengono: Pierdanilo Melandro, responsabile area appalti di Itaca (Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e compatibilità ambientale) di Roma; Luca Bertoni, presidente dell’Ordine degli ingegneri di Lodi e ideatore del protocollo di Merlino. Il progetto Creare una comunità alternativa alle mafie. Sostegno alle vittime della criminalità organizzata prevede la realizzazione di interventi di assistenza e aiuto alle vittime dei reati di stampo mafioso e della criminalità organizzata.

Il programma di attività si svolgerà su tutto il territorio provinciale fino ad agosto 2018, e prevede i seguenti interventi:
–  informazione sugli strumenti di tutela garantiti dall’ordinamento
–   assistenza di tipo materiale alle vittime della criminalità organizzata, con particolare riferimento all’accesso ai servizi sociali e territoriali;?
–  assistenza psicologica, cura e aiuto delle vittime;?
–  campagne di sensibilizzazione e comunicazione degli interventi effettuati;
–  organizzazione di eventi informativi e iniziative culturali sul territorio. [Comune di Como]

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 giugno 2018 da in antimafia, giustizia, legalità con tag , , , , .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: