legalità

Oltre i limiti dell’indecenza: Anagrafe anticostituzionale

La nota che segue dell’Osservatorio giuridico per i diritti dei migranti è determinata da un fatto di assoluta gravità: alle leggi il Comune di Como risponde nei fatti con il fascistissimo «Me ne frego».

(altro…)

La Costituzione vince

La decisione della Corte costituzionale che ha sancito la fine del divieto di iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo ristabilisce la legalità e censura non solo i decreti sicurezza ma anche quei provvedimenti dei Comuni (Como e non solo) contro i quali erano stante intentate e vinte cause a sostegno della Costituzione e dei diritti. Ne parla per ecoinformazioni l’avvocato Antonio Lamarucciola dell’Osservatorio giuridico per i diritti dei migranti che contro quella norma ingiusta ha sempre lottato con tutti gli strumenti dell’intelligenza e della legge.

(altro…)

9 maggio/ Arciwebtv/ La memoria di Peppino Impastato

Dalle 14/ Il 9 maggio 1978 Peppino Impastato veniva assassinato dalla mano della mafia. Per ricordare la sua figura, dagli archivi ecoinformazioni riproponiamo l’incontro con Giovanni Impastato al Liceo Volta di Como del 23 aprile 2018. Il fratello del giornalista ha raccontato la vicenda di Peppino e il suo amore per la libertà e la legalità. Leggi l’articolo di Alida Franchi su ecoinformazioni.

Gli altri programmi del 9 maggio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

Circolo Ambiente Ilaria Alpi/ 4 colpi alla ‘ndrangheta forse a settembre

Nel lungo elenco di attività interrotte o sospese a causa dell’emergenza Covid-19 rientra anche la rassegna antimafia “4 colpi alla ‘ndrangheta”, promossa dal Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” in collaborazione con Como Futuribile ed alcuni comuni della provincia comasca. L’interruzione delle attività aperte al pubblico non comporta però l’abbassamento della soglia d’attenzione nel monitorare e contrastare le attività criminali sul territorio; con la speranza di continuare con rinnovata forza a diffondere un messaggio di legalità e rigetto totale delle attività mafiose.

(altro…)

21 marzo/ L’Arci con Libera/ #ResistenzaVirale per la XXV Giornata della memoria e dell’impegno antimafia

Il 21 marzo sarà la XXV Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie promossa da Libera. Ma quest’anno, a causa dell’epidemia di Covid-19, non sarà possibile il suo consueto svolgimento, a Palermo come su tutto il territorio italiano. L’Arci di Como con l’Arci Nazionale, nell’ambito della campagna di #ResistenzaVirale, ribadisce l’impegno dell’associazione nella lotta alle mafie, per una legalità democratica, per ricordare le centinaia di vittime innocenti di tutte le mafie.
Il 21 Marzo la Web tv di Arci Como, che dal 20 marzo sarà online sui siti di Arci Como e di tutti i circoli della provincia, dedicherà ampio spazio con video ed immagini alla lotta contro le mafie.

Video/ Giustizia è fatta/ La Pace non si condanna/ Jacopo assolto

Ha vinto Jacopo, ha vinto la Costituzione, hanno vinto la legalità, l’umanità e il diritto. Hanno vinto i Diritti umani. Si è concluso alle 9,30 di lunedì 24 giugno al Tribunale di Como nel migliore dei modi il processo a Jacopo Mascheroni “reo” di aver partecipato alla Marcia della Pace del gennaio 2017 e ancor più “reo” per essere stato solidale con i migranti della Stazione San Giovanni nel 2016 ottenendone un foglio di via, oggi evidentemente dichiarato illegittimo. Attendiamo le motivazioni della sentenza ma l’assoluzione “perché il fatto non sussiste” decisa dalla giudice Maurizia Vezzoli, in contrasto con i due mesi di carcere chiesti dalla Pm M. Alessandra Bellù, sono il segno che la legge esiste e non segue gli umori nefasti governativi che considerano criminale solidarietà, umanità e impegno per i diritti umani.

Foto Luigi Nessi per ecoinformazioni

Grande soddisfazione per i tanti e le tante presenti al processo amici/che di Jacopo, esponenti del Prc e di Si, de la Prossima Como, di Csf, Arci, Como Accoglie, Scuola di cittadinanza di Rebbio, Scout, e tanti altri tra i quali don Giusto della Valle. Grande apprezzamento anche per il lavoro svolto dall’avvocato difensore Eugenio Losco che ha saputo illustrare alla giudice i motivi non solo dell’inesistenza del reato di partecipazione a manifestazione della Pace ma anche l’assoluta illegittimità del foglio di via che aveva ingiustamente colpito Jacopo limitandone la libertà di movimento. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]. On line su ecoinformazioni anche l’articolo di Pietro Caresana. Guarda anche l’articolo e i video sulla serata del 23 giugno.

Civitas/ Regolamento della Polizia Locale/ Un reale percorso partecipato

In una nota civitas afferma che: «in questi giorni a Palazzo Cernezzi c’è in discussione il nuovo regolamento di Polizia Locale. Il regolamento ha uno spazio ampio di applicazione che va dalla semplice cartaccia a terra alla potatura degli alberi; in mezzo, tra cielo e terra, ci sono residenti, commercianti, turisti, artisti, medicanti e i cani.

(altro…)

13 novembre/ Giustizia riparativa.  Responsabilizzazione, riappacificazione sociale con l’autore del delitto 

45347996_279644172732767_6535121589329985536_n.jpg

Martedì 13 novembre dalle 20,30 alle  22,30 si terrà alla Cartiera in  via Piadeni 14/16 – sede di Officina Como, che organizza l’iniziativa – un dialogo sul tema della giustizia riparativa, a cui interverranno: Luisa Lo Gatto (giudice del Tribunale di Como), Elisa Roncoroni (docente del Liceo scientifico Paolo Giovio di Como), Katia Trinca Colonel (giornalista, volontaria in carcere) e Martino Villani (direttore Csv Insubria). Coordinerà l’incontro Vittorio Nessi, magistrato e consigliere comunale del Comune di Como.

[AF, ecoinformazioni]

Con Luciana Carnevale “Como porta d’Europa”

Partecipare al convegno dell’Osservatorio giuridico per i diritti dei migranti è stata un’esperienza formativa e umana importante. Ma forse, a rendere più significative le relazioni svolte e a dare la misura del valore scientifico e umano di quanto esposto alla “Bella Como” che ha affollato per quasi dieci ore Villa Gallia a Como, c’è un “dettaglio” che a mio parere racchiude l’essenza del contributo che l’Osservatorio offre alla lotta (mai così difficile) per restare umani.  Sono rimasto molto colpito e non solo perché  a Luciana Carnevale (tra l’altro fondatrice di ecoinformazioni) mi lega una profonda amicizia, ma perché la dichiarazione fatta dal tavolo del Convegno della dedica a lei, il 9 novembre, nel giorno del suo compleanno, della giornata di studio, ha chiarito inequivocabilmente che l’iniziativa è stata un regalo (e non solo a Luciana) per tutti coloro che non demordono dalla lotta per l’umanità e  la legalità insieme (separarle è un misfatto). (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: