A Milano le Donne cancellate

Dopo il grande successo al Palazzo del Broletto di Como, la mostra Donne cancellate approda a Milano, nell’edificio U6 dell’Università Bicocca, in piazza dell’Ateneo Nuovo, 1.

Il Centro Aspi – Archivio storico della psicologia italiana, e il Polo di Archivio Storico (PAST) della Biblioteca di Ateneo dell’Università degli studi di Milano-Bicocca hanno infatti promosso l’allestimento della mostra, curata dall’associazione Oltre il Giardino onlus e realizzata dal fotografo Gin Angri con le immagini e i documenti tratti dalle cartelle cliniche femminili dell’ex Ospedale psichiatrico San Martino di Como.

Al centro del racconto visivo sono riproposti i volti e le storie delle ricoverate che in questo luogo consumarono la loro esistenza (in tutto o in parte) tra il 1882 e il 1948.La mostra sarà visitabile dal 25 marzo al 20 maggio 2019 (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 21.30, il sabato dalle 8.00 alle 13.30) nella galleria dell’Aula Magna dell’Università di Milano-Bicocca (piano terra, edificio U6), con ingresso da via Piero e Alberto Pirelli 22 o da piazza dell’Ateneo Nuovo 1.
L’esposizione rientra anche negli eventi del PhotoFestival che si svolgerà a Milano dal 17 aprile al 30 giugno 2019.

Scarica la locandina

L’inaugurazione della mostra si terrà martedì 26 marzo 2019 alle ore 17.30 nell’edificio U6, 4° piano, Sala Rodolfi dell’Università di Milano-Bicocca.

Il programma prevede, dopo i saluti istituzionali di Maria Cristina Messa, rettrice dell’Università di Milano-Bicocca, di Carmen Leccardi, Centro di ricerca interuniversitario “Culture di genere”, di Carlo Fraticelli, Dipartimento di salute mentale e dipendenze dell’ASST lariana, e di Massimo Clerici, Dipartimento di salute mentale dell’Ospedale San Gerardo di Monza, alcuni interventi di approfondimento:

L’internamento delle donne in manicomio tra ’800 e ’900 – Candida Carrino, storica della psichiatria 
Il San Martino di Como, un manicomio di confine – Gianfranco Giudice, filosofo e storico locale 
Uno sguardo per riscattarsi – Roberto Mutti, storico e critico della fotografia 
modera Mauro Antonelli, direttore del Centro Aspi, Università di Milano-Bicocca 
Sarà presente il fotografo Gin Angri, che condurrà al termine una visita guidata alla mostra 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: